Banner Top
Banner Top

I servizi culturali vanno in rete, Della Gatta: “Così Vasto è aperta al sapere”

La riapertura quotidiana e permanente del Centro servizi culturali di via Michetti e la sua gestione associata con il Polo bibliotecario Raffaele Mattioli. E’ l’accordo che Regione e Comune hanno raggiunto per la istituzione della Rete culturale cittadina, frutto di un percorso condiviso per la tutela e la fruibilità dei presidi culturali di Vasto. Sarà una convenzione operativa, che verrà stipulata dopo l’approvazione delle delibere da parte dei due enti, a disciplinare i rapporti.

“Si tratta della prima applicazione della nuova legge regionale sulla cultura in materia di gestione associata dei servizi culturali”, dichiarano l’assessore regionale Daniele D’Amario e l’assessore comunale, Nicola Della Gatta, “l’accordo è frutto di un virtuoso percorso di condivisione scaturito dalla necessità che tutti i presidi culturali della città siano pienamente fruibili, soprattutto da parte della numerosa popolazione studentesca.”

L’accordo, che sarà prontamente recepito dall’amministrazione comunale vastese e riguarderà anche l’archivio storico comunale, consentirà la piena attivazione delle strutture interessate, con l’obiettivo di migliorare la qualità di eccellenza, economicità, efficacia ed efficienza dei servizi culturali erogati nonché la più adeguata valorizzazione del consistente patrimonio archivistico e librario.
In virtù di tale accordo tornerà ad essere pienamente fruibile il Centro servizi culturali di via Michetti, che attualmente, è aperto solo due giorni a settimana per mancanza di personale. Molte le proteste di chi, dovendo usufruire della struttura punto di riferimento da tanti anni per la popolazione studentesca, trova spesso i cancelli chiusi.

“La riapertura quotidiana e permanente di tale servizio rappresentava una necessità assoluta di questa comunità, non solo dal punto vista meramente culturale, ma soprattutto per i tanti giovani del territorio che lo avevano eletto a luogo di incontro e di studio”, aggiunge l’assessore Della Gatta che si è speso in prima persona per raggiungere questo risultato, “l’amministrazione comunale di Vasto ha formulato una proposta organizzativa che permetterà la riapertura della struttura attraverso una gestione associata con il Polo Bibliotecario comunale Raffaele Mattioli, inaugurato nel 2021, consentendo anche una nuova collocazione e fruibilità dell’Archivio Storico attualmente ubicato in largo Piave. All’esito delle delibere delle rispettive giunte, gli uffici approveranno una Convenzione operativa per avviare la progettualità. Sono molto soddisfatto della proficua sinergia istituzionale che ha permesso la concretizzazione di un progetto pilota per l’intero Abruzzo”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com