Banner Top
Banner Top

Dalla Amici della Confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone di Vasto una preghiera e la deposizione di un cero a ogni confratello defunto

Testimonianza confraternale di appartenenza che si fa segno visibile, anche nei piccoli gesti, con la recita di una preghiera e della deposizione di un cero a ogni confratello defunto, che riposa in pace nel cimitero di Vasto.
E’ una tradizione iniziata dal 2001 dalla Confraternita della Sacra Spina e Gonfalone dall’allora priore Nino D’Annunzio con la visita orante alle tombe. Anche quest’anno accompagnati dall’assistente don Domenico Spagnoli, che ringraziamo per la sua presenza costante accompagnandoci in questo cammuino di fede e di servizio.
Prima della visita al cimitero la partecipazione in abito liturgico alla santa messa nella parrocchia di Santa Maria Maggiore. Nel commentare il vangelo delle beatitudini di san Matteo don Domenico ha ribadito che la santificazione avviene nella quotidianità per aver detto il nostro sì all’amore che Dio ha per ognuno di noi. Nella misura in cui doniamo la nostra vita agli altri, per amore di Gesù Cristo. Poveri in spirito per chi si affida e vuol compiere ogni gesto di chi “custodisce e trasforma in impegno e azione le parole del Signore”.
Sono statio deposti ventuno lumini per Antonio Parente, Luigi Pracilio, Bruno Simionato, Angelo Ialacci, Fernando Calvano, Marco Pracilio, Antonio Sorgente, Silvio Petroro, Giuseppe Trovarelli, Giuseppe Ruzzi, Giuseppe Bucciarelli, Aurelio Autunno, Carlo Foia, Antonio Galasso, Vincenzo Ialacci, Nicola Cinquina, Cesario Del Roio, Valter Marinucci, Gino Del Casale, Nicola Del Casale e Raffaele Baccalà. Uno in più anche per don Nicola Di Clemente, per anni indimenticato parroco della chiesa di Santa Maria Maggiore.
All’appello dei ventiquattro confratelli defunti mancavano Andrea Schieda, fratel Pietro del Grosso e fratel Alfonso Scarapicchia che riposano in altri cimiteri ma anch’essi ricordati con l’eterno riposo.
“La luce del tuo Volto splenda su di lui o Signore; per la tua misericordia sia ammesso nel tuo Regno, nella tua gioia e nella tua pace ti lodino in eterno. Amen”. Sono le parole con la dedica personalizzata apposta su ogni lumini.
E poi la lettura del “cammino”, predisposto dal vicepriore Angelo Primiano per un percorso di fede, dedicato a ogni confratello.
Si nasce copia, si muore originale. (Anomino)
  • 398573130_10227912581353471_3559845912322312536_n
  • 398640271_10227912582953511_4778395224580199438_n
  • 398653900_10227912590473699_6325294488651777305_n
  • 398660351_10227912579113415_6949829658883152966_n
  • 398663222_10227912584633553_2566827265878811524_n
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com