Tariffe canone mercatale, i venditore potranno pagare un importo più basso

Incontro interlocutorio tra gli assessori ai Tributi Gabriele Barisano ed al Commercio Anna Bosco, il presidente regionale di Anva-Confesercenti, Domenico Gualà e il Coordinatore Confesercenti responsabile provinciale, Simone Lembo, per discutere sulle tariffe del Canone Unico Patrimoniale.

“Abbiamo ricevuto una richiesta di incontro dal Presidente Gualà, per un confronto sul calcolo del Canone Unico Patrimoniale e dopo una interlocuzione con gli uffici tributari e di bilancio, abbiamo trovato la giusta soluzione per andare incontro alle richieste dei commercianti su area pubblica” ha dichiarato l’assessore Gabriele Barisano.

“Quest’anno ci siamo trovati di fronte alla prima applicazione del nuovo regolamento sul canone unico patrimoniale come istituito nel gennaio 2021 con la Legge 160/2019, il cui pagamento – ha aggiunto l’assessore Anna Bosco- è stato sospeso fino a marzo 2022 al termine dell’emergenza Covid. Da Aprile in poi abbiamo accolto le istanze per inserire abbattimenti andando incontro alle esigenze dei commercianti e delle associazioni di categoria. A fronte di questo ulteriore chiarimento per gli operatori del mercato, come da indicazioni del MEF, potranno pagare un canone più equo e meno oneroso del passato.”

“Dopo l’istituzione del nuovo canone mercatale da parte del governo, noi di Anva-Confesercenti ci siamo accorti che ci potevano essere delle difficoltà nell’applicazione della tariffa, – hanno dichiarato Gualà e Lembo – e in un momento economico particolare per la nostra categoria, ci siamo attivati richiedendo sia incontri con i Comuni che con il Prefetto. Nei giorni scorsi abbiamo avuto l’incontro con gli assessori Bosco e Barisano e una nutrita delegazione del nostro gruppo dirigente ricevendo una bella notizia, la giusta applicazione del calcolo della tariffa, e quindi una diminuzione degli importi. Siamo soddisfatti dell’impegno da parte dell’Amministrazione, la nostra associazione, come sempre, intende continuare ad esercitare il proprio ruolo di interlocutore attivo, propositivo e di stimolo con l’istituzione locale, portando all’attenzione nel confronto tutto il valore e la forza della propria rappresentanza e delle proprie idee”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.