Banner Top
Banner Top

Vivi, arreda e ama la tua casa. Le tendenze secondo il Team Vendo E Affitto

Arredare, etimologicamente, avere cura. E sì, perché niente parla più di noi della nostra casa, intesa come dimora, come rifugio, come il posto in cui ci riappropriamo di noi stessi, senza i fronzoli di cui ci adorniamo nel vivere giornaliero per necessità … e virtù.

E così, dopo il sogno e l’esperienza vissuta di una casa propria, lo step successivo è vestirla con l’abito più comodo per noi stessi.

Non avendo assolutamente la presunzione di esaminare un terreno così vasto, dando un’idea esaustiva (che non ci compete) dell’immenso ventaglio di alternative, in questa sede ci concentriamo su un aspetto piuttosto personale e “sentimentale” del vivere la propria casa.

Assecondando il proprio spirito e la propria indole, si può spaziare tra le più svariate alternative. Partendo dal minimal chic, contraddistinto da linee pulite, tinte unite e pochi fronzoli, industrial, boho chic, scandinavo, shabby, etnico, classico moderno, fino a giungere ad abbracciare una scelta con connotati – anche etici – tipica del riciclo creativo, molto in voga in quest’epoca in cui le scelte di ognuno possono contribuire a fare del bene al pianeta.

Di particolare diffusione, infatti, si è rivelato quest’ultimo orientamento in cui rivive il passato sotto vesti rinnovate, tramite operazioni creative e di restyling di oggetti originariamente destinati ad altri usi, o rinnovati nei colori.

Parliamo di vecchie cassette in legno che diventano oggetti di arredamento, tronchi consumati dal mare, col tipico aspetto decapato che rivivono in tavoli ricercati ed unici o lampade dal sapore romantico, cassettiere anonime che riprendono vita una volta sottoposte a tinteggiatura con chalk paint o craquelè.

Nel Team Vendo E Affitto riteniamo che questa “corrente” porti con sé un grande rispetto per l’ecologia, esprimendo creatività e manualità, ormai in disuso, e consentendo di esprimere al meglio ciò che abbiamo dentro. Da qui il fiorire di mille corsi qui e là di restyling, grazie ai quali ognuno di noi può dare sfogo ad una creatività e ad emozioni troppo spesso sopite dall’appiattimento a cui ci hanno, inconsciamente ma irrimediabilmente, condotto l’uso dei social (utilissimi per altri versi, non siamo qui a demonizzare).

Il nostro punto di vista, che abbracciamo appieno questa scelta, nonché l’amore per il modernariato di cui vivono i mercatini che profumano di ricordi e di abbracci della nonna, leggiamo nel recupero del comò, nello specchio abraso dal tempo, nella sedia sospesa che diventa attaccapanni, nel “mettitutto” anni 50, nelle targhe pubblicitarie di latta di “Radio Geloso” o della mitica signora del dado Star, uno sguardo nostalgico ad un passato in cui le nostre radici affondano, lontanissimo (seppur temporalmente non troppo) dal mondo in cui viviamo e probabilmente dai valori che si perseguono oggigiorno.

In definitiva, così come scegliamo l’outfit prima di immergerci nella routine giornaliera al mattino, allo stesso modo vestiamo il nostro “nido” a cui approdare serenamente e a cui affidare con fiducia i nostri cari, i nostri sogni, di ritorno la sera.

La casa dice molto di noi, e allora lasciamo che parli.

Il Team Vendo E Affitto

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.