Banner Top
Banner Top
Banner Top

Rimpasto a Monteodorisio, in giunta entra Del Giangio

Riconferma per Alessandro Mucci, che diventa vice sindaco e nuovo incarico per Maria Chiara Del Giango. E’ stata varata ieri la nuova giunta di Monteodorisio dopo l’azzeramento del precedente esecutivo da parte della sindaca Catia Di Fabio che il 30 dicembre scorso aveva revocato gli incarichi assessorili conferiti subito dopo le elezioni amministrative di maggio 2019. Come anticipato dal Centro nelle scorse settimane,  della nuova giunta fanno parte Mucci e Del Giango.

Quest’ultima ha preso il posto di Angela Menna (ex vice sindaco) che ieri in una lunga lettera aperta  pubblicata sul suo profilo Facebook ha contestato le decisioni prese dalla sindaca Di Fabio  e dalla maggioranza. Le deleghe sono state così ridistribuite: Mucci  bilancio, sviluppo economico, edilizia ed urbanistica, rapporti con le associazioni ed eventi; Del Gianco politiche educative e sociali, istruzione pubblica, cultura e gestione del personale. La sindaca mantiene le deleghe alla sanità e ai lavori pubblici.

“Ho ricostituito la giunta comunale in base a quanto espresso dalla lista civica Nuovo Agire”, spiega Di Fabio, “inaugurando la seconda fase del mandato amministrativo con lo slancio di sempre”.

Ma le polemiche non mancano. Angela Menna denuncia pubblicamente – con una lunga lettera aperta indirizzata ai cittadini di Monteodorisio – di essere  “stata isolata per aver cercato di operare per il bene comune. È inutile nasconderlo”, scrive, “ritengo giusto che la cittadinanza sappia pubblicamente che il ruolo di vicesindaco, inizialmente conferitomi, è stato sin da subito ostacolato nel suo reale ed effettivo estrinsecarsi”.

Parla anche di “arroganza, prepotenza e  atteggiamenti dispotici di chi “accentra esclusivamente nelle proprie mani i processi decisionali come metodo di amministrazione della cosa pubblica. Ho dovuto amaramente constatare che all’interno dell’amministrazione Di Fabio si è ormai consolidato un ristretto centro di potere decisionale – incentrato nelle mani di pochi – senza che vi sia un pieno rispetto del pluralistico mandato dei cittadini, innanzitutto all’interno della maggioranza stessa e tale degenerazione gestionale non è mai apparsa destinata a subire battute d’arresto. Ritengo che Monteodorisio non meriti questa protervia dilagante. Continuerò con coraggio, determinazione e dignità a lavorare per questo paese, ma soprattutto per ripristinare una vera democrazia”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.