Banner Top
Banner Top

Regolamento Trabocchi-ristoranti, la commissione valuta le modifiche

Correttivi per gli scarichi e revoca del divieto sull’utilizzo di fiamme libere o gas, ma resta invariata la superficie delle piattaforme che non potrà superare i 130 metri quadrati. Approdano in Commissione le modifiche al regolamento sui Trabocchi-ristoranti suggerite dalla Asl. Il Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione (Sian) aveva segnalato al Comune una serie di criticità che potrebbero determinare difficoltà nell’autorizzazione e nella gestione delle strutture.

L’acceso dibattito che si è aperto all’interno della maggioranza – dove ci sono posizioni prevalentemente contrarie all’ampliamento della superficie, ma anche favorevoli – si sposta ora nelle Commissioni Assetto ed utilizzo del territorio e Affari generali ed istituzionali che si riuniranno il 18 gennaio alle 17.30, in seduta congiunta,  nella sala consiliare del Comune.  All’ordine del giorno figurano le modifiche al regolamento sui Trabocchi. Delle tre proposte del Sian sono state recepite al momento solo due: quella relativa agli scarichi e all’utilizzo di fiamme libere o gas di qualunque tipologia.

Nessuna modifica, almeno per ora, alle dimensioni dei Trabocchi-ristoranti la cui superficie complessiva, esclusa la passerella, non può eccedere le dimensioni di 130 metri quadrati, anche se all’interno della maggioranza c’è chi vorrebbe consentire ampliamenti fino a 160 metri quadrati.

Le contraddizioni della coalizione che ha eletto Francesco Menna a sindaco di Vasto cominciano ad emergere”, attaccano Guido Giangiacomo. Francesco Prospero, Vincenzo Suriani, Antonio Monteodorisio e Sabrina Bocchino, “e’ facile fare sette liste con idee completamente diverse, firmare “cambiali” politiche e vincere le votazioni. Molto più difficile governare, onorare gli impegni e prendere decisioni. I consiglieri presenti nella scorsa consiliatura segnalarono, astenendosi dal voto, che il regolamento approvato a colpi di maggioranza nel mese di giugno, chiaramente a ridosso delle votazioni, era illegittimo e censurabile poiché adottato in violazione delle leggi sovraordinate. Ancora una volta Menna”, proseguono i consiglieri di centrodestra, “è costretto a fare retromarcia, dopo aver sbandierato l’approvazione ai quattro venti e criticato la nostra posizione di astensione. Come sempre vigileremo  in Commissione ed in consiglio comunale affinchè i Trabocchi, che sono una risorsa  ed al tempo stesso una attrazione turistica della nostra costa e di tutto l’Abruzzo, siano adeguatamente valorizzati”.

Nettamente contraria agli ampliamenti è la lista civica “La Buona Stagione”.

E’ necessario preservare con ogni mezzo la particolarità dei Trabocchi e la loro unicità”, osserva Alessandra Notaro,evitando di convertirli in anonime piattaforme che danneggerebbero notevolmente il paesaggio della nostra costa. Chiediamo rispetto per l’ambiente marino che deve essere preservato da sversamenti di ogni tipo con l’adozione di sistemi idonei e non impattanti. Il tratto di mare vastese conta circa una dozzina di Trabocchi , qualcuno prospiciente le aree protette, saranno tutti riconvertiti in ristoranti? “, chiede la consigliera.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.