Banner Top
Banner Top

Viaggio nel mondo del doppiaggio. Intervista a Riccardo Rovatti, voce di Majin Bu da “Dragon Ball”

Riprende il viaggio alla riscoperta dei protagonisti dell’arte del doppiaggio. In questa nona tappa verrà esplorata parte della carriera di Riccardo Rovatti (Modena 22 novembre 1954), attore e doppiatore, nonché voce di Majin Bu da “Dragon Ball”, di Plankton da “Spongebob”, di Franky da “One Piece” e del Professor Oak da “Pokémon”. Qui di seguito si può leggere l’intervista che gentilmente Riccardo ha voluto rilasciare al nostro giornale.

Salve Riccardo. Per cominciare vorrebbe raccontare gli inizi della sua carriera?

Come quasi tutti quelli della mia generazione, il mio sogno era il Teatro. Quindi, dopo aver frequentato l’Accademia di recitazione, ho iniziato a fare teatro, entrando in diverse compagnie in tutt’Italia. Ho continuato così per molti anni. In seguito, soprattutto dopo la nascita dei miei figli, ho dovuto cercare un lavoro che mi potesse dare maggiore stabilità economica. Così intrapresi la via del doppiaggio. Erano gli anni ’90.

Lei ha avuto modo di doppiare sia opere in “live action” che animate. Su quale dei due generi preferisce lavorare?

Sicuramente grazie all’animazione ho ottenuto molta notorietà, soprattutto fra i più giovani, interpretando ruoli molto amati e popolari, come Majin Bu di “Dragon Ball”, l’Ispettore Megure di “Detective Conan” o il Professor Oak di “Pokémon”. Però, avendo avuto una formazione teatrale, preferisco doppiare gli attori “in carne e ossa” piuttosto che dei cartoni. Questa mia preferenza è dovuta specialmente al motivo che le opere in “live action” consentono al doppiatore di essere meno tecnico e un tantino più “libero” nella sua interpretazione.

Inoltre ha anche prestato la voce in moltissimi videogiochi.

Sì effettivamente ho lavorato a davvero tanti videogiochi. Ad esempio ho doppiato la Mente Suprema in “Halo 2” e “Halo 3” e Al Mualim nella saga di “Assassin’s Creed”. Ma, ad essere sincero, le opere videoludiche mi sono sempre sembrate molto strane. Difatti si lavora solo su un’onda sonora e non su immagini. Per questo motivo, credo di non aver mai visto l’aspetto dei personaggi che ho interpretato.

Ha qualche ricordo, legato alla sua carriera, particolarmente speciale che vorrebbe condividere?

Senz’altro ciò che porterò sempre dentro di me è il legame di profonda amicizia che ho stretto, nel corso degli anni, con alcuni dei miei colleghi. Con loro, infatti, ho costruito rapporti davvero belli e sinceri, che trascendono le semplici relazioni professionali.

Per concludere, a cosa sta lavorando di recente?

Tecnicamente io sarei in pensione, anche se continuo a portare avanti dei progetti che sono in sospeso da quasi trent’anni oramai. Certo adesso affronto tutto con molta più calma e tranquillità, ma sono sempre tan0to impegnato in varie iniziative.

Cesare Vicoli

  • 270px-Professor_Oak_Serie_Originale
  • SPlankton
  • rivelata-scarpa-adidas-ispirata-majin-bu-dragon-ball-z-v4-317363-e1549130402980

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.