Banner Top
Banner Top

Rifiuti, tariffa inalterata al Comune di San Salvo

Anche per quest’anno i cittadini di San Salvo non riceveranno alcun  aumento della tassa sui rifiuti a conguaglio per il 2020 confermandosi così uno dei comuni meno cari.  La Tari è la tariffa sui rifiuti ed è disciplinata dalla Legge nazionale, la quale impone di coprire attraverso la tariffazione i costi (e solo quelli) che il comune sostiene per l’igiene della città.

“Il costo annuale del servizio – spiega l’assessore ai Tributi Tonino Marcello è pari a 3 milioni e 350 mila euro ed è il frutto di una gara pubblica che ha consentito di ottenere il minor costo rispetto alle prestazioni effettuate”.

Il costo complessivo  è composto da una parte fissa (1.201.790 euro) determinata dai costi di lavaggio, spazzamento e personale impiegato e una parte variabile (2.133.210 euro) costituita dalla raccolta, trasporto, smaltimento e trattamento e dal recupero di materiali e buste abbandonate,  oltre ai costi ulteriori previsti dalla normativa dettata dalla nuova autorità nazionale che regola il mercato del ciclo dei rifiuti e che ha previsto un nuovo metodo di calcolo delle tariffe e difatti il piano dei rifiuti di San Salvo e stato validato da soggetti terzi e verrà inviato ad Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per i necessari controlli.

“Arera – aggiunge Marcello – ha anche stabilito il costo medio dei servizi connessi alla raccolta, igiene e conferimento e siamo orgogliosi di poter dire che il nostro comune è ben al di sotto del costo medio previsto. Quindi nonostante il nuovo metodo di calcolo e i costi ulteriori previsti dall’Autorità nazionale (anche una quota grava sulle tariffe e va erogata all’Arera), siamo riusciti a mantenere inalterata la tariffa”.

Ancora oggi la Tari nel nostro comune è tra le più basse, se confrontata con i comuni simili, e siamo riusciti a calmierarle per quelle attività per le quali altrimenti sarebbero state salatissime.

“Tutto questo – commenta il sindaco Tiziana Magnacca non solo è il frutto del nostro lavoro e dei nostri uffici, ma è il risultato dello sforzo congiunto delle istituzioni e dei cittadini. Vale la pena ricordare che più differenziamo, meno paghiamo, meno inquiniamo”.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.