Banner Top
Banner Top

Molino: “I capomastri di San Salvo con i lapis rossi e cappelli di carta”  

 

 

La nostra città è orgogliosa di aver avuto tra gli anni ’30  e ’50  mastri-muratori di incredibile bravura. Non sapevano né leggere né scrivere, ma erano veloci nel calcolo mentale,  rapidi nella “lettura” dei disegni planimetrici, inimitabili nella tecnica costruttiva, eccezionali nella lavorazione   dei blocchi di pietra. Si distinguevano dagli altri  gruppi  professionali  per l’abbigliamento da lavoro: camicie di fustagno a quadri, maniche arrotolate fino ai gomiti, cappelli fatti con la carta dei sacchi di cemento, lapis rosso dietro l’orecchio e  metro pieghevole nella tasca posteriore dei calzoni di tela grezza. Lavoravano come bestie dall’alba al tramonto, con le mani scheggiate dalla calce viva e  dagli spigoli taglienti delle pietre. Per disinfettare le ferite usavano la propria urina. Prima di diventare (mastri) dovevano  fare una lunga gavetta come manovale (mannebbile). Davanti ad una buona bottiglia di vino rosso  non si facevano tirare troppo per la giacchetta. Il 19 gennaio, vigilia della festa di San Sebastiano,  si univano in gruppo per  inneggiare con canti  il loro patrono. Erano capaci di inventare strofette: Puzza  cascà da na scàle di sissànda pìre, ma vulèss ca la mia bbell m’ ariccùiess; i cantori, per rinfrescarsi  l’ugola,  svuotavano grandi bicchieri traboccanti di vino rosso corposo. Quando interloquivano tra loro, usavano  un linguaggio strano e incomprensibile. Questi i capomastri che si sono maggiormente distinti  in quegli anni: maste Antonio Del Villano, maste Virgilio Di Pierro, maste Paolo Malatesta,  maste Espedito Malatesta, maste Ferdinando Malatesta, maste Roberto  Della Penna, maste Antonio  De Filippis, maste Nicola De Filippis, maste Umberto De Filippis e maste Giovanni Miscione. (chiediamo scusa se abbiamo dimenticato qualcuno). Oggi,  i giovani muratori,  non amano più le tradizioni; manca quella visione religiosa della vita in cui avevano creduto  i  loro antenati.

Michele Molino

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.