Banner Top
Banner Top

Muri delle case imbrattati, “Servono più controlli”

“Concordo sul fatto che tutti dobbiamo pretendere il rispetto per la città e per i vastesi, ma solo se i cittadini sono disposti a fare squadra e ci aiutano ad individuare gli incivili. Solo così il problema può essere risolto”.  E’ questa la risposta del vicesindaco Giuseppe Forte dopo la richiesta di un gruppo di famiglie che abita nella periferia nord della città e che negli ultimi tempi devono fare i conti con i gesti incivili di giovani.

“Dobbiamo far rispettare la città, i nostri monumenti, i luoghi d’arte ma anche le abitazioni“, sottolineano i residenti. “Questo deve diventare una pretesa da parte del Comune e le punizioni per gli incivili devono essere pesanti. Si ubriacano e poi usano i muri delle nostre case come orinatoi pubblici. Imbrattano , sporcano e danneggiano. Vanno identificati, multati e condannati alla pulizia della città. Non è giusto chiudere i bagni pubblici perchè vengono danneggiati. Una città civile non si arrende ai teppisti, li combatte”. 

Lo stesso problema era stato sollevato qualche mese fa dai residenti del centro storico tant’è che il Comune si è visto costretto a chiudere la sera il cortile di Palazzo D’Avalos. Lo stesso problema è stato lamentato anche da chi abita al quartiere San Paolo e alla Marina.

“Le telecamere possono aiutare a identificare gli sporcaccioni incivili”, conclude il vicesindaco Forte, “ma dobbiamo capire tutti che i danni dei teppisti tolgono al Comune risorse”.

Paola Calvano

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.