Banner Top
Banner Top

Laudazi: “Sulla Sasi il Consiglio Comunale di Vasto ha prodotto…acqua fritta”

Non abbiamo voluto votare un documento concordato tra la Amministrazione Comunale di Vasto, la Lega ed il M5 stelle, dopo un lungo dibattito in Consiglio Comunale. Per il Nuovo Faro di Vasto, quel documento era invotabile perchè si limitava a prendere atto della gravissima situazione idrica della nostra Città – già nota -, senza accertarne le cause e le responsabiltà e, soprattutto, senza individuare con certezza i tempi di risoluzione del problema, ma rinviando la palla alla futura individuazione ed all’ottenimento di risorse di provenienza ministeriale o ultraterrena.

Alla vogliamoci bene, tappando le rotture di reti vecchie, che a detta aziendale provocherebbero il 70% di perdite e cercando gli allacci abusivi (che evidentemente ci sono). Ma l’acqua dai rubinetti non esce e non uscirà per Vasto ed i vastesi; unica città della costa chietina e la più popolata della nostra SASI che si trova in tali condizioni.

Noi non ci stiamo. Abbiamo detto con chiarezza che una Società pubblica, dove Sindaci soci non sono stati in grado di affrontare , pianificare e risolvere questo problema che, ancora una volta, mortifica e svilisce in particolare il vastese, non merita di continuare adoperare in regime ordinario, dove troppe ed incontrollate sono le spinte campanilistiche e gli interessi di parte.
Abbiamo invece detto che, SASI ed ISI devono essere subito commissariate ed affidate ad un unico manico che sia in grado di riportare il patrimonio aziendale (ISI) alla gestione delle risorse (SASI).

Fatto questo passo preliminare e patrimonializzata la società , sarà opportuno ridistribuire la copiosa dotazione delle Sorgenti del Verde ,recuperando l’acqua delle sorgenti minori (Sinello, Avello, Surienze, Taranta, Palena, etc) mandando più acqua dove ci sono le persone, soprattutto in estate.

Sarà altresì opportuno intervenire con un copioso piano di investimenti straordinari ed urgenti – promossi anche in concerto con le banche o con finanziatori privati che potranno essere rimborsati con una quota della già esosa tariffa e riducendo gli sprechi di gestione – , che garantisca il raddoppio delle reti adduttrici entro la prossima estate.

Abbiamo anche detto che se SASI aumenta le tariffe, senza garantire la risoluzione del problema idrico del vastese , nei tempi precisati , nonostante qualsiasi diversa giustificazione, allora dovrà rispondere dei disagi e del disgusto di una popolazione che non ne può più.Ma non siamo stati compresi!

Il Nuovo Faro di Vasto Edmondo Laudazi – Consigliere Comunale

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.