Banner Top
Banner Top

MotoGp, Andrea Iannone cade sul finale

Un’altra domenica da dimenticare per il pilota vastese Andrea Iannone. A pochi giri dalla fine, cade.
Ballando sul mondo. Lassù c’è Dovizioso che tira fuori dal cilindro un altro coniglio: vittoria a Silverstone e vetta iridata grazie al k.o. di Marquez che vede andare in fumo il suo motore, un probabile podio e la vetta iridata. Tutto da rifare per il mondiale 2017, sempre più incerto e imprevedibile, visto che la Gran Bretagna riconsegna una classifica più aperta che mai, con Dovizioso nuovo leader con 9 punti su Marquez, 13 su Vinales, secondo al traguardo, e 26 su Rossi, leader per tre quarti di gara e poi a podio.
REALTÀ IRIDATA — Il forlivese galoppa veloce pure sulle buche di Silverstone e allunga il suo sogno iridato. Forse però dovrebbe parlarsi di realtà, visto che la coppia Dovi&Ducati è al quarto successo stagionale, e degli ultimi sette GP, riesce a imporsi pure sul non congeniale, sulla carta, tracciato inglese e conferma di essere corazzata per giocarsela fino in fondo. Il forlivese vince dalla seconda fila e mette in carniere altre vittime illustri: dopo lo scalpo di Marquez in Austria a Silverstone finiscono infilzati sua maestà Rossi, impeccabile fino a 3 giri dalla fine, e anche Vinales, cha ci ha provato fino all’ultima curva ma si è dovuto inchinare alla superiorità di Dovizioso. Gara superba la sua, mescolando accortezza tattica e duello: parte in progressione, risale dal 6° posto in griglia fino al 3°, lotta tenacemente con Marquez, rispondendogli colpo su colpo, pungola Vinales, prende Rossi e regge fino alla fine. Impeccabile.
RIMPIANTO VALE, MA YAMAHA RITROVATA — Il grande rimpianto è per Valentino Rossi, in testa dalla prima curva fino a 3 giri dal termine e calato nel finale, presumibilmente per quel cedimento della gomma che aveva messo in preventivo, ma che non si è rivelato così invalidante per la sua Yamaha. Lo conferma il 2° di Vinales, con una gomma morbida al posteriore, che mostra i progressi della casa di Iwata nel loro punto debole. Se Rossi esce rinfrancato da Silverstone, può rallegrarsi quindi pure la Yamaha: i test di Misano sembrano aver trovato la medicina giusta per la M1, anche se la strada è lunga.
HONDA SI FERMA — La Honda incassa una battuta a vuoto: non c’è controprova sul piazzamento perso da Marquez, ma se Crutchlow è arrivato, ottimo, 4° a 1″ dal podio è plausibile pensare che almeno sul podio Marc ci sarebeb potuto finire. I ‘se e i’ma’ non fanno la storia, però giova ricordare che al momento del cedimento era comunque alle spalle di Dovizioso dopo una corsa fin lì più di attesa che da protagonista.
LA GARA — Si parte con scelte univoche: tutti con doppia mescola dura tranne Vinales che opta per dura davanti e morbida dietro. In griglia non c’è Folger, dopo il volo nel warm up, mentre Aleix Espargaro sì nonostante il dolore al costato rimediato in un botto nel kart. Semafori spenti e Rossi va in testa con Marquez, Vinales e Crutchlow dietro. Poche battute e Vale allunga, Maverick cerca di sfruttare la gomma per corrergli dietro e Dovizioso risale 4°. Ancora un passo, e al 5° giro Dovi supera Marquez e davanti ha solo le Yamaha, con Rossi che vede erodersi il margine: da 1″3 a 0″8, poi 0″6 in un quintetto racchiuso in poco più di un secondo. A 9 dal termine Dovi è secondo con Marquez dietro: la sfida a Rossi è lanciata, ma riguarda solo il forlivese perché a 7 giri dalla fine il motore di Marquez va in fumo e con lui la sua vetta iridata. Quartetto racchiuso a 4 giri dalla fine, Rossi-Dovizioso-Vinales-Crutchlow, con tutte le carte sul tavolo. Alla fine l’asso lo cala Dovizioso, che passa Rossi a 3 giri dalla fine e resiste al tentativo di rimonta di Vinales. Poker di vittorie che fa saltare il banco.
gazzetta.it
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.