Banner Top
Banner Top
Banner Top

Il cibo e le favole

Briciole di mollica di pane, pranzi sontuosi, casette di marzapane, mele avvelenate, il cibo accompagna i protagonisti delle fiabe. Il cibo nelle favole può avere diversi significati, può essere inteso come “cibo nutrimento” oppure può avere per ogni singola fiaba un significato più specifico. A volte gli stessi protagonisti diventano cibo, basti pensare a bambini mangiati dall’orco o dal lupo. Spesso nelle fiabe si parla di cibo proprio quando nella vita scarseggia, ad esempio nelle favole nate in periodi di guerra, quando i padri e le madri avevano difficoltà a dare da mangiare ai propri figli. Ad esempio, nella favola di Pollicino i genitori sono obbligati ad abbandonare con un inganno i propri figli in mezzo al bosco, per l’impossibilità di poterli sfamare, ma grazie all’intelligenza di Pollicino lui e i suoi fratelli riescono a ritrovare la strada di casa, grazie a delle molliche di pane, simbolo di semplicità e di unione familiare. Ci sono, poi, fiabe in cui lo stesso paesaggio diventa cibo, basti pensare alla casa di marzapane e dolciumi di Hensel e Gretel, o al Paese della Cuccagna. In Hensel e Gretel la fame spinge i due bambini ad avvicinarsi alla casetta di marzapane e focacce diventando da bambini-affamati a bambini-cibo per la vecchia strega che ci abita. Qui il cibo significa che esagerare porta sempre guai come nella favola di Pinocchio  dove il Gatto e la Volpe invitano Pinocchio all’osteria Il Gambero Rosso, ma alla fine viene ingannato dai suoi falsi amici ed è costretto a pagare la cena.

Ma sempre nella favola di Pinocchio, il cibo e soprattutto il pane simboleggia la famiglia, infatti il pane anche se nero e secco, dà sicurezza a Pinocchio che lo mangia insieme a Geppetto in una casa fredda ma che lo tiene lontano dai pericoli, così come per Pollicino che grazie alle briciole di pane riesce a tornare a casa. In Cappuccetto Rosso il cestino da portare alla povera e vecchia nonna sarà mangiato dall’affamato lupo, goloso di leccornie alimentari e non solo, infatti la bambina finisce per essere mangiata dal lupo. In questa favola il cibo è tentazione, una tentazione per il lupo che affamato non guarda in faccia a nessuno, né alla nonna, né a Cappuccetto Rosso. Come per Biancaneve che non riesce a resistere ad una mela rossa e lucida anche se offerta da una brutta vecchia sconosciuta. Nella Bella Addormentata la principessa rischia la morte per non aver assegnato ad una fata un posto a tavola, la tavola è apparecchiata con posate ricche di pietre preziose, per far capire al lettore la ricchezza di quella casa e della famiglia; non essere invitati a tavola scatenerà l’ira della fata esclusa, in questo caso il cibo è simbolo d’amicizia. Inoltre il cibo in abbondanza simboleggia la ricchezza: le tavole delle persone ricche sono caratterizzate da cibo ricercato, pregiato, mentre le tavole dei poveri sono quasi vuote, descritte con tozzi di pane raffermo, scuro, minestre di legumi e pochissima carne; tutto a simboleggiare le differenze di ceto e differenze sociali. Sempre nella favola di Pinocchio, ad esempio, dove il cibo non è sempre presente, quando entra in scena sottolinea chiaramente la differenza tra ricchezza e povertà: la cena del Gatto e della Volpe presso l’osteria Gambero Rosso piena di cibi ricchi come la carne e l’alimentazione di Pinocchio fatta soprattutto di pane e noci o pane secco e tre pere. Inoltre in molte storie il cibo serve per raggiungere un obiettivo, come diventare re o regina o per avere per sempre l’amore della persona amata.

La favola è il modo più semplice per comunicare l’importanza di qualcosa e leggere ai nostri bambini delle vecchie fiabe può essere anche un modo per insegnare loro l’importanza di una corretta alimentazione. La storia raccontata con parole povere può essere analizzata col nostro bambino per affrontare i problemi alimentari come l’obesità che affliggono sempre di più la nostra società

Dr.ssa Manuela Di Silvio
Consulente nutrizionale- Farmacista
Rif. Pag. fb Dr.ssa Manuela Di Silvio

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.