Banner Top
Banner Top

Vasto aspetta da 20 anni il nuovo Piano Spiaggia

I comuni ancora sprovvisti del piano spiaggia, tra cui Vasto, avrebbero dovuto approvarlo entro il 14  aprile 2016 (cioè a distanza di un anno dalla pubblicazione del piano del demanio marittimo regionale), mentre quelli che si sono già dotati dello strumento di programmazione del litorale avrebbero dovuto adeguarlo alle disposizioni regionali.

Sono tutti inadempienti i quattro centri costieri del Vastese, sollecitati, al pari degli altri comuni abruzzesi, a mettersi in regola. E’ di questo tenore la lettera del dirigente del Servizio politiche turistiche e demanio marittimo della Regione, Francesco Di Filippo che già  dallo scorso mese di settembre aveva invitato le amministrazioni abruzzesi “a comunicare le iniziative intraprese, lo stato dell’arte della relativa attività istruttoria e il termine previsto per l’approvazione del piano demaniale comunale”.

Cosa stanno facendo Vasto, San Salvo, Casalbordino e Torino di Sangro  per adeguarsi alle disposizioni regionali?

VASTO – E’ sicuramente il fanalino di coda per quanto riguarda la pianificazione del litorale. La località adriatica è ancora oggi paradossalmente sprovvista del piano spiaggia atteso da più di vent’anni dagli operatori balneari. Ritardi, lungaggini burocratiche,  leggi che si rincorrono, ma anche mancanza di volontà politica, hanno determinato rinvii su rinvii. Fatto sta che la situazione è ancora ferma a diversi mesi fa, quando l’ex assessore all’urbanistica Luigi Masciulli sollecitava il tecnico incaricato, l’ingegner Piccirilli,  a completare il lavoro che gli era stato assegnato. Da allora non si sono fatti passi avanti. Lo strumento di programmazione è ancora al palo.

Siamo quasi pronti per l’approvazione definitiva”, spiegano i tecnici comunali, “il professionista che ha ricevuto l’incarico dalla precedente amministrazione  deve aggiornare le tavole e riconsegnare gli elaborati”. Intanto gli operatori aspettano e si vedono costretti a rinviare di anno in anno gli investimenti sull’arenile. E pensare che Masciulli avrebbe voluto anche mettere a bando le nuove concessioni previste, sette. Speriamo che durante il mandato del sindaco Francesco Menna (che ha tenuto per sé la delega all’urbanistica e alla pianificazione territoriale) si riesca a compiere il “miracolo”.

SAN SALVO – E’ stato uno dei primi comuni in Abruzzo ad essersi dotato nel 1994 del  piano spiaggia, strumento che ha poi adeguato alla normativa regionale nel 2007 durante l’amministrazione di centrosinistra guidata dall’ex sindaco Gabriele Marchese. Oggi è in fase di predisposizione una nuova variante.

E’ pronta una proposta da sottoporre all’attenzione del consiglio comunale che adegua il piano alle disposizioni regionali”, spiega la sindaca Tiziana Magnacca,abbiamo recepito tutte le possibilità che la legge consente per favorire in maniera lecita le attività balneari e turistiche. Abbiamo anche un progetto per la valorizzazione del lungomare”. 

CASALBORDINO – Il consiglio comunale del piccolo centro costiero guidato dal sindaco Filippo Marinucci ha approvato lo scorso mese di ottobre un atto di indirizzo per la rivisitazione del piano demaniale marittimo comunale approvato nel 2006. L’assise ha anche deciso di revocare una delibera del 2012 che imponeva la rimozione delle strutture ricettive a fine stagione.

TORINO di SANGRO  – Anche qui lo strumento di programmazione dell’arenile, la cui approvazione risale al 2008, deve essere adeguato alle disposizioni regionali.

Stiamo lavorando alla revisione del piano spiaggia”, fa sapere la sindaca Silvana Priori,in quest’ottica abbiamo elaborato un importante progetto per la riqualificazione del lungomare Le Morge per renderlo più accogliente”.  

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.