Banner Top
Banner Top

Droga, in manette un marocchino

Nella giornata di ieri personale della Polizia di Stato, ha eseguito l’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dal Tribunale di Pescara nei confronti di E.A.B., oggi 39 enne, ritenuto responsabile di reati inerenti la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti commessi, in concorso con altri, a Pescara e in altre località limitrofe.

In particolare, il predetto, insieme ad un complice, fu sorpreso con un ingente quantitativo di stupefacente e arrestato.

A carico dell’uomo, pluripregiudicato, soprattutto per reati inerenti gli stupefacenti, dopo la custodia cautelare in carcere, era stato, inoltre, emesso dal Questore di Chieti, l’ordine di abbandonare il territorio italiano.

Ciò nonostante, non ottemperando al decreto di espulsione, l’uomo ha continuato a delinquere utilizzando anche diversi “Alias”, rendendosi irreperibile.

In seguito a mirati accertamenti esperiti nei giorni scorsi è emerso che l’uomo risultava anagraficamente residente a Vasto.

Personale della Squadra Anticrimine e della Squadra Volante del Commissariato di Vasto, nella giornata di ieri riuscivano a rintracciare l’uomo che, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la locale Casa Circondariale, dovendo ancora espiare anni 4 di reclusione, oltre alla pena pecuniaria di euro 26.000,00.

Nei suoi confronti verrà adottata la misura di sicurezza dell’espulsione dal Territorio dello Stato.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.