Banner Top
Banner Top

La Societá, “Lo stadio é fatiscente”

Quella di ieri sera è stata davvero una bella serata di sport. Alla gara amichevole tra Vastese e Pescara hanno assistito oltre 4000 persone e per tutti noi è sicuramente un motivo di vanto ed orgoglio, ma oltre che per i dirigenti lo deve essere anche e soprattutto l’intera cittadinanza e di chi ci amministra. Da sempre il calcio è stato uno dei veicoli migliori per far conoscere il nome della città in giro per l’Italia. Con tanti sacrifici, economici e non solo, anche tempo tolto a lavoro e famiglie, siamo riusciti a riportare la Vasto calcistica in palcoscenici sicuramente più consoni ma certo non vogliamo fermarci qui. Noi abbiamo fatto e faremo ancora tanto per questi colori spinti dalla passione e dall’amore che proviamo per questo sport e per la nostra città.

Una cosa però c’è da dire, ieri non abbiamo fatto una bella figura ne con le persone presenti allo stadio e tantomeno con i nostri ospiti del Pescara. Inutile nascondersi dietro un dito, lo stadio Aragona è una struttura fatiscente che da troppi anni non vede interventi importanti. Un intero settore, quello dei distinti, pericolante, i servizi igienici ridotti all’inverosimile per non parlare della tribuna stampa o dello stato in cui versano gli spogliatoi. I problemi sono davvero tanti. In questo anno appena trascorso la Vastese calcio, per molte cose, compresa la sistemazione di manto erboso e panchine ha attinto a propri fondi pur di consegnare agli spettatori una parvenza di decenza. Un campo in queste condizioni certo non si presenta nel migliore dei modi al prossimo campionato di serie D. Ovviamente non si può proseguire in questa direzione visto che parliamo di una struttura pubblica. Il discorso, però, sarebbe diametralmente opposto se lo stadio fosse dato in gestione, dal comune di Vasto, alla società sportiva. Proprio per questo abbiamo chiesto all’amministrazione comunale un incontro al fine di valutare e discutere della nostra proposta che crediamo debba e voglia essere presa in considerazione. Avere lo stadio in gestione permetterebbe alla Vastese di usufruire personalmente della struttura ma poter anche fare investimenti che le possano dare nuovo lustro.

Per concludere rivolgiamo un invito ai nostri tifosi, ovvero di esserci ancora più vicini di quanto lo abbiano fatto fino ad oggi. Il calcio non può essere una cosa solo di pochi, e ieri ne abbiamo avuto la conferma, a Vasto c’è voglia di calcio ma questa non è una novità. Per questo motivo chiediamo di stringerci tutti intorno alla Vastese e contribuire, insieme a noi, a proseguire verso traguardi importanti. Chiediamo però una risposta che ovviamente passi dall’acquisto degli abbonamenti al supporto da parte delle attività commerciali e produttive della nostra città.

In tanti hanno e stanno rispondendo (Sarni, Di Fonzo, Sire, Fineco, Tempor, Marramiero, Midal e tanti altri ) ma facciamo in modo che diventi davvero, questa squadra, il fiore all’occhiello della città. E poi costruiamo il futuro partendo dal basso, da quei settori giovanili che siamo riusciti a mettere insieme facendo archiviare vecchie ruggini per un bene comune, quello della Vastese, la prima squadra della città. Noi ci crediamo ma abbiamo bisogno, lo ripetiamo, del supporto di tutti.

Michele Cappa (Vastese Calcio)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.