Banner Top
Banner Top

San Salvo, MAGNACCA: “Sul personale comunale la solita vecchia manfrina”

La solita manfrina della vecchia politica è quella messa in scena da Gabriele Marchese che, ancora una volta, non riesce a smentirsi. E così, anche sulla questione del personale comunale, continua a mischiare le carte, per far credere ciò che non è. Il consigliere di minoranza ha ricevuto dettagliata risposta a tutte le sue domande, come lettera inviata – protocollo n. 2676 del 3 febbraio scorso – e se lo ritiene può pubblicare gli allegati con tutti i nominativi che gli sono stati inviati, a firma dei responsabili. Non abbiamo le stesse abitudini del passato, quando sono stati nascosti quasi 500.000 euro di debiti fuori bilancio e riconosciuti poi dal Commissario Prefettizio. Quello sì che è stato un bel nascondimento pagato a caro prezzo dai cittadini, ancora oggi.

Quanto al licenziamento intimato del dipendente comunale, nel rispetto delle leggi sulla privacy, per chi ha fatto il sindaco dovrebbe sapere che è competente l’Ufficio disciplina che gli fornirà, in qualità di consigliere comunale, tutte le notizie del caso e che potrà pubblicare ove vorrà, con le conseguenze di legge. Per il resto può attingere alla sezione amministrazione trasparente e soddisfare ogni sua residua curiosità, e ripubblicare a sua volta. Infine Marchese, come consigliere comunale, dovrebbe ben conoscere i suoi diritti e i suoi doveri evitando di creare ingiustificato clamore vociando sui social network per alimentare una inutile e ingiustificata caccia alle farfalle (di per sé fugaci).

Tiziana Magnacca
Sindaco di San Salvo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.