Banner Top
Banner Top

Aperta un’inchiesta per la morte dell’uomo coinvolto nel tamponamento a catena a Vasto Marina

Sembrava una banale distorsione al rachide cervicale e invece Giovanni Rosati, l’84enne di Santa Croce di Magliana in provincia di Campobasso, nell’incidente avvenuto a fine gennaio a seguito di un tamponamento a catena sulla statale Adriatica, a Vasto marina, all’ altezza della concessionaria Ford, il 2 febbraio all’ospedale Spirito Santo di Pescara nel quale si stava recando con la figlia, è deceduto. Sul corpo dell’uomo ieri mattina è stata effettuata l’autopsia affidata al medico legale Pietro Falco. Al termine della stessa, l’anatomo-patologo non ha rilasciato dichiarazioni comunicando di dover effettuare “altri esami e approfondimenti”. Sarà la perizia a stabilire se il trauma si è rivelato fatale per l’uomo. Sulla sua morte è stata aperta un’inchiesta. L’ipotesi di reato è omicidio colposo.

Laura Rongoni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.