Banner Top
Banner Top

Primarie del centrodestra, regole scritte…ora la palla passa ai candidati

Continua il percorso di avvicinamento del centrodestra vastese alla prima esperienza con le primarie per la scelta del candidato sindaco. Il primo caso in Abruzzo che i vertici regionali dei partiti dell’area liberale sperano di estendere anche ad altre città, Lanciano in primis (dove, però, sembra che l’accordo su tale scelta sia improbabile allo stato attuale).

Intanto il direttivo composto da Davide D’Alessandro, Nicola Del Prete, Antonio Monteodorisio, Incoronata Ronzitti, Etelwardo Sigismondi, Arnaldo Tascione e Giuseppe Tagliente ha concluso il proprio lavoro per definire le regole del gioco, vedasi regolamento per partecipare e quello per il voto, bozza che è stata approvata all’unanimità, in un incontro tenuto ieri sera, dagli aderenti al progetto alternativo alla coalizione di centrosinistra.

Regole che lunedì mattina, 28 dicembre, verranno illustrate alla stampa nel corso di un incontro nella sala conferenze della Società Operaia di Mutuo Soccorso.

Alcune indiscrezioni confermano che la primarie del centrodestra dovrebbero tenersi una settimana prima di quelle del centrosinistra, previste per l’election day nazionale del 20 marzo, così come dovrebbe essere stato limato il numero di firme necessarie per presentare la propria candidatura. Le conferme arriveranno soltanto lunedì, ma intanto continua il balzello del toto-candidati.

Resta ferma la presenza di Massimo Desiati, che dovrebbe registrare il sostegno di Vastoduemilasedici, alla quale potrebbero affiancarsi quella di Massimiliano Zocaro e Incoronata Ronzitti, che, però, potrebbe fare un passo indietro a sostegno della possibile candidatura del presidente emerito del Consiglio regionale Giuseppe Tagliente, con il quale in queste settimane ha avuto numerose occasioni di incontro-confronto.

Un Tagliente che attraverso la sua ‘Unione per Vasto’ è tornato a far sentire la propria voce con un manifesto affisso sui muri della città con il quale, grazie a un connubio tra dialetto ed italiano, ha fatto i suoi auguri di Buon Natale alla cittadinanza con un messaggio di chiara matrice politica: “Lu Uašte sá zuffunnàte – La nostra città non era ridotta così male prima che arrivasse il centrosinistra… Lavema ribburà – Dobbiamo farla risorgere”.

Per come si è giunti alle primarie è d’obbligo la presenza di un uomo di Forza Italia (Guido Giangiacomo in primis, Antonio Monteodorisio a ruota) e della scuola Fo&Pa, mentre resta da sciogliere il nodo della eventuale, ma per nulla scontata, candidatura di un ‘prosperiano’.

Luigi Spadaccini

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.