Banner Top
Banner Top

Appalto stampanti, il sindaco Lapenna: “col ricorso al MEPA nessuna irregolarità o favoritismo”

Era stato il capogruppo di Fratelli d’Italia-An in Consiglio comunale ad annunciare la protocollazione di una interrogazione al sindaco di Vasto per fare chiarezza sulla gara di appalto per il noleggio di 80 stampanti da parte dell’ente comunale che aveva definito “molto singolare”. Nel mirino del meloniano il fatto che a suo avviso fosse richiesti apparecchi di una marca specifica e la durata della manutenzione gratuita fissata a 1 anno a fronte di un appalto quinquennale.

Alle presunte irregolarità sollevate da Sigismondi risponde il sindaco Luciano Lapenna: “il Municipio della Città del Vasto opera nella più totale trasparenza e nel rispetto delle leggi ciò è avvenuto anche nella gara per la fornitura e la manutenzione di stampanti multifunzione in uso al personale tecnico e amministrativo del Comune”.

“Il Consigliere Sigismondi fa bene a chiedere trasparenza e rispetto delle leggi nelle gare di fornitura pubblica e tutto ciò viene sempre assicurato dall’Ufficio tecnico comunale gare e appalti – afferma Lapenna – Infatti, né il Sindaco né la Giunta comunale si occupano di bandi bensì l’Ufficio tecnico gare e appalti che individua, caso per caso, le procedure e l’iter normativo indicato dalla legge. In questo caso specifico si è ricorso al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione invitando a partecipare addirittura dieci ditte e non cinque come prescrive la legge. Inoltre, la marca di stampanti indicata nel bando non era l’unica per la quale la Pubblica Amministrazione locale era interessata al noleggio perché, sempre nel bando, era indicata chiaramente la dicitura “O EQUIVALENTE”, a voler dire che qualsiasi altro modello di stampanti con caratteristiche simili poteva essere noleggiata, in quanto capace di soddisfare le esigenze del personale amministrativo del Comune”.

“Pertanto – chiosa il primo cittadino – nessuna irregolarità o favoritismo, l’utilizzo del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, oltre ad assicurare un risparmio per le casse comunali nelle forniture pubbliche, non lo permette. L’interesse primario di questa amministrazione è sempre rivolto alla trasparenza, nel rispetto delle leggi e delle regole, così come avvenuto anche in questo caso specifico”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.