Banner Top
Banner Top

Fosso Marino, ecco come sono andate le cose nella ricostruzione di Desiati e C.

Dopo la diatriba dei giorni scorsi circa i dati sulla balneabilità delle acque vastesi messe in dubbio per alcuni tratti da Legambiente e prontamente contraddetti dal Comune sulle tabelle fornite dall’Arta, in particolare sulla situazione all’altezza di Fosso Marino, è Vastoduemilasedici a ricostruire quanto detto e accaduto in questi anni in merito alla vicenda, ricostruzione che riportiamo integralmente.

Non vorremmo che, tra qualche mese e, magari, a consuntivo di ciò che avrebbe realizzato, l’amministrazione comunale ci venisse a dire di aver risolto il problema di Fosso marino! Perché certo così non è, primo perché il problema di Fosso marino non è risolto e poi perché, come ebbe a dire anche il Sindaco, nel 2011, per impedire la costituzione di una Commissione d’indagine, “La competenza su Fosso Marino è solo in minima parte del Comune”.

Nel 2012, infatti, fu la SASI (e non il Comune) ad intervenire relativamente all’esecuzione di una radicale ripulitura della condotta fognaria ed alla realizzazione di una seconda vasca per la raccolta liquami. Ma l’intervento della SASI, secondo gli impegni, avrebbe dovuto riguardare anche una terza fase, quella che relativa al raddoppio della linea fognaria. La società dichiarò, infatti: “È un intervento che abbiamo già deliberato, ma è condizionato dall’ottenimento dei permessi che coinvolgono diverse istituzioni. Comunque, appena li avremo ottenuti, anche se a settembre o ottobre (2012), inizieremo i lavori. Con questi interventi si ritiene di venire incontro a quelle che sono le esigenze di una città la cui economia è fortemente imperniata sul turismo”.

Il raddoppio della rete fognante prevedeva la realizzazione di 4 chilometri di condotte, il suo tracciato, nell’aprile del 2012, doveva essere ancora messo a punto ed il progetto definitivo-esecutivo era ancora in corso di redazione. Con questa opera, il sistema di raccolta fognaria di Fosso marino sarebbe stato completato con la congiunzione al depuratore posto a sud di Vasto Marina, dando soluzione al problema.

Fin dall’agosto del 2011, a seguito di un vertice in Municipio, l’assessore Sputore dichiarò: “Tutti gli enti hanno preso l’impegno di eseguire nel giro di due mesi una progettazione congiunta SASI-ATO-Comune, lavorando su un vecchio progetto dell’ATO, nella parte riguardante Vasto Marina, dove verranno raddoppiate le reti di scolo, suddividendole in acque bianche e nere. Coinvolgeremo anche il Consorzio di bonifica e, per quanto di loro competenza, l’Anas e le Ferrovie dello Stato. Ognuno degli enti farà la sua parte, stanziando la propria quota. Il Comune è competente in merito alle acque bianche, la SASI erogherà la propria somma relativa alle acque nere. Sulla cifra complessiva non si è ancora fatta una valutazione”. Le stime parlavano di oltre 4 milioni e mezzo di euro necessari alle opere urgenti per le condotte sotterranee di Vasto Marina.

La SASI annunciò l’impegno, con capitali propri, per un progetto di risanamento nell’area che va dalla zona del Monumento alla Bagnante fino a quella del Park Hotel in località San Tommaso ed il Sindaco chiosò: “Questo ci consentirà di intervenire tempestivamente non appena i progetti saranno elaborati ed approvati dagli organi competenti”. Progetti mai visti e conosciuti!

Nel settembre del 2011, il Sindaco si espose addirittura dichiarando: “Attraverso i fondi FAS, saranno investiti 10 milioni di euro per migliorare il sistema della depurazione delle acque”. Quei fondi per potenziare il sistema fognario di Vasto Marina non li ha visti mai nessuno e, di fronte alle perplessità allora espresse dal sottoscritto, il Sindaco rispose: «Desiati si andasse a leggere le carte, quei soldi sono destinati a Vasto. Serviranno per ammodernare la rete fognaria che da oltre venti anni non viene potenziata».

Nell’agosto del 2011 ci fu perfino un emendamento, presentato dal gruppo consiliare del PD, al Piano triennale delle Opere pubbliche, con cui si destinò un milione e mezzo di Euro per il risanamento di Fosso Marino e poi ancora un milione e 200 per contribuire al rifacimento ed il potenziamento della rete fognaria di Vasto Marina in aggiunta ai fantomatici 10 milioni di Fondi FAS. Addirittura il Sindaco promise: “Entro il 21 novembre presenterò il progetto definitivo di sistemazione delle fogne di Vasto Marina”. Progetto mai visto!

Ma non finisce qui… Nel Dicembre del 2011 la Giunta comunale di Vasto approvò uno studio di fattibilità per il risanamento igienico, sanitario ed ambientale di Fosso Marino. Si trattava della riqualificazione, sotto il profilo ambientale e di portata, del canale naturale che convoglia in mare le acque: interventi di consolidamento, messa in opera di nuova pavimentazione con relativo massetto per il ripristino delle scorrimento delle acque, lavori di ingegneria naturalistica, la realizzazione di passerelle pedonali in legno, posa di pietre naturali e piantumazione di specie vegetali. Qualcuno ha visto questi lavori?

Ma è nel dicembre 2011 che la SASI fa dietrofront sui progetti strutturali, dichiarando sufficiente la ripulitura delle condotte ed il raddoppio della rete fognaria, tanto sbandierata e… finanziata, si perde per strada.

Intanto, l’Opposizione, in occasione dell’approvazione del Piano strategico della macro area Vasto-San Salvo, presentava un emendamento per il “Risanamento Fosso marino e condotta di collegamento ai depuratori” e per la “Realizzazione ed adeguamento nuove condotte separate per le acque bianche e nere”. Naturalmente la proposta fu bocciata, dalla maggioranza, in Consiglio comunale.

Oggi, la nostra splendida località di Vasto Marina, tra le altre, ha ancora questa ferita aperta. Un luogo, Fosso marino, guardato con sospetto e timore, tra risultati di analisi batteriologiche delle sue acque contrastanti ed impedimenti nel passaggio sulla battigia

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.