Banner Top
Banner Top

Vasto fuori dai Poli d’attrazione, ieri l’incontro tra D’Alfonso, Olivieri, Sputore e il DPS

La vicenda della esclusione di Vasto e Sulmona dai poli di attrazione abruzzesi ha sollevato non pochi problemi all’interno della maggioranza di centrosinistra soprattutto dopo che D’Alfonso e C. hanno respinto la risoluzione presentata da due componenti la stessa maggioranza, ovvero Andrea Gerosolimo e Mario Olivieri rappresentanti di Abruzzo Civico all’Emiciclo, tesa ad ottenere una ridefinizione della classificazione dei poli abruzzesi che il reintegro delle due importantissime aree.

Già a fine Consiglio regionale, il governatore d’Abruzzo, prendendo carta e penna, aveva assunto un impegno per cercare almeno un parziale dietro-front che riportasse le due città ad ottenere se non altro maggiore attenzione dal parte del ministero per lo Sviluppo economico.

Mario Olivieri, dal canto suo, aveva chiesto un incontro al Dipartimento per lo Sviluppo economico che aveva ottenuto ed al quale aveva invitato anche il sindaco di Vasto.

L’incontro finalmente c’è stato, ieri mattina, e una delegazione composta dal Presidente della Giunta Regionale, Luciano D’Alfonso, dal presidente della IV commissione regionale, Mario Olivieri e dal Vicesindaco di Vasto Vincenzo Sputore, ha incontrato, presso il DPS, il Direttore Generale della struttura, dott.ssa Ludovica Agrò.
“All’incontro – fanno sapere Olivieri e Sputore – si è condivisa e convenuta la necessità di intervenire per far sì che Vasto ed il suo comprensorio tornino ad essere attrattivi sotto il piano degli investimenti economici. In tal senso la delegazione ha stabilito di concordare con la dott.ssa Barbara Becchi, della struttura della Presidenza della Regione, strategie di intervento relative alla programmazione dei fondi comunitari 2013/2020, con il fine di presentare al DPS un piano di interventi straordinari per l’area vastese.

È stato, inoltre, affrontato il problema del declassamento di Vasto da “Polo di Attrazione” ad “Area Intermedia” nonostante che, come chiarito dai responsabili della struttura, tale declassamento non comporti alcunché in termini di investimenti o di risorse poiché limitato alla mappatura destinata alla strategia di intervento per le aree interne. A seguito delle considerazioni esposte la dott.ssa Agrò si è, comunque, impegnata a verificare nuovamente i parametri previsti ai fini della classificazione di Vasto dichiarandosi disposta a riconsiderare la città tra i Poli di attrazione qualora ricorrano le condizioni ed il Ministero sia incorso in un errore di valutazione”.

Insomma si cerca di mettere una toppa a un danno che a scapito delle rassicurazione si profila evidente. Intanto si è deciso di fissare un nuovo rendez vous per giovedì 16 luglio quando la stessa delegazione incontrerà il dott. Vincenzo Donato, capo dipartimento Politiche di coesione della Presidenza del Consiglio.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.