Banner Top
Banner Top

Inchiesta Soget: Mario Mazzocca e Lorenzo Sospiri tra gli indagati, ma respingono ogni addebito

Si allarga l’inchiesta Soget che finora aveva portato all’iscrizione nel registro degli indagati Gaetano Monaco, direttore generale e legale rappresentante della Soget e Domenico Ludovico, responsabile settore esecutivo della stessa società, indagati in concorso per abuso d’ufficio e falso.

Sotto la lente dei magistrati Gennaro Varone, Annarita Mantini e Mirvana Di Serio, che conducono l’inchiesta sul meccanismo che avrebbe permesso ad alcuni politici abruzzesi di ottenere illeciti favori da parte della Società di riscossione, sono finiti anche l’assessore regionale all’Ambiente, Mario Mazzocca (Sel), indagato per abuso d’ufficio e corruzione, e il capogruppo di Forza Italia all’Emiciclo, Lorenzo Sospiri, indagato per abuso d’ufficio.

Per Mazzocca la vicenda risale al periodo in cui era sindaco di Caramanico Terme (Pe) nel quale avrebbe beneficiato della mancata riscossione di ben 22.300 euro nei confronti della società acquedottistica Aca, per conto della quale la Soget è concessionaria del servizio di riscossione delle tariffe del servizio idrico integrato, grazie a Monaco e Ludovico che avrebbero disposto, “ancora indebitamente, la sospensione della prosecuzione delle procedure esecutive finalizzate alla riscossione del credito, abusando del proprio ufficio e consentendo a Mazzocca di restare inadempiente”.

Per l’assessore regionale vi è l’accusa anche di corruzione in quanto, in cambio di questi favori, avrebbe “indotto alla deliberazione di giunta con la quale, il 14 marzo 2014, il Comune di Caramanico Terme ha prodotto, ex post e d’ufficio, la proroga di un anno del servizio di riscossione tributi a favore della Soget”.

Per Sospiri, invece, il reato si prefigura nel momento in cui sarebbe stato esonerato dal pagamento di due debiti pari a 2.473 euro e 10.931 euro, relativi a sanzioni per violazioni del codice della strada e tributi comunali per i quali la stessa Soget aveva disposto almeno due pignoramenti con ingiunzioni del 21 novembre 2013 e del 29 maggio 2014. Successivamente, per i magistrati, “in violazione delle norme di legge che obbligavano la Soget al servizio di riscossione e d’accordo con Sospiri che sollecitava tali provvedimenti illeciti, il solo Monaco disponeva la revoca del primo pignoramento in data 2 dicembre 2013, mentre lo stesso Monaco, d’accordo con Ludovico, disponeva la revoca del secondo pignoramento”.

Respingono ogni addebito, però, i due politici indagati dalla Procura pescarese, a cominciare da Mario Mazzocca, che si dice stupito del suo coinvolgimento nell’inchiesta.

“Sono insussistenti gli addebiti che sembrano essere mossi alla mia condotta”, dice l’assessore regionale dichiarando piena fiducia nell’operato degli inquirenti. “Ribadisco – aggiunge – di non avere mai ottenuto alcun illecito favore da parte di chicchessia; sto regolarmente pagando il mio debito di oltre ventimila euro nei confronti della società acquedottistica Aca, un debito che si ritiene ingiustamente contratto in quanto dovuto ad una rottura della linea di adduzione all’unico rubinetto di un garage inutilizzato da circa vent’anni, perdita scoperta solo dopo anni di mancata lettura del relativo contatore da parte di Aca medesima. Né tantomeno, con il mio agire, ho mai corrisposto favori di sorta alla menzionata società di riscossione”.

Anche Sospiri rimanda le accuse al mittente per un “debito già saldato per intero da molto tempo con annessi more e interessi perché il mio debito non era inesigibile, tutt’altro: doveva essere riscosso e lo è stato. Ciononostante si continua a fare il mio nome, ma tra le indiscrezioni, come stralci degli interrogatori, non escono fuori i nomi di coloro che invece non hanno pagato il proprio debito, generando il debito per crediti inesigibili del Comune di Pescara. Inevitabile che mi interroghi sul perché di tale circostanza e che torni a chiedere con forza quei nomi”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.