Banner Top
Banner Top

Vigili Urbani, Lapenna non canti vittoria

 

“Andremo avanti. Ci rivolgeremo al giudice del lavoro ed in quella sede eccepiremo la violazione delle leggi da parte del Comune”.

Non demordono Luigi La Verghetta, Antonio Di Lena e Giovanni Cioffi, i tre ufficiali della polizia municipale che hanno presentato ricorso contro la nomina del comandante Giuseppe Del Moro. Il Tar di Pescara non è entrato nel merito delle argomentazioni, si è limitato ad affermare che la competenza a decidere è del giudice del lavoro, accogliendo l’eccezione sollevata dall’avvocato Stefano Monteferrante, dell’ufficio legale dell’ente, sul difetto di giurisdizione. Una sentenza breve, giunta a distanza di appena due settimane dalla prima udienza, che l’amministrazione comunale ha commentato con enfasi parlando di “primo round perso”.

Il Sindaco Luciano Lapenna ha anche invitato i ricorrenti a “desistere nelle loro pretese”. I tre ufficiali, però, non hanno alcuna intenzione di darsi per vinti. Al contrario sono più agguerriti che mai.

“Il ricorso non è stato respinto. Il Tar si è limitato a dichiarare il difetto di giurisdizione – afferma il tenente La Verghetta a nome suo e dei colleghi – ci rivolgeremo al giudice del lavoro per far valere in quella sede le nostre ragioni. Il Comune ha violato le leggi”.

I termini del contenzioso sono noti: La Verghetta, Di lena e Cioffi chiedono l’annullamento dell’avviso per la selezione interna, della determina dirigenziale, del verbale con cui sono state esaminate le domande e di ogni altro provvedimento connesso e consequenziale al conferimento dell’incarico di comandante a Del Moro. Tutti gli atti che portano la firma del dirigente Vincenzo Marcello, figura contestata dal personale in divisa e dal sindacato autonomo Diccap, i quali sostengono che non possa essere un dirigente esterno al corpo di polizia municipale a emettere e a conferire l’incarico. A orientare la scelta dell’amministrazione comunale sono stati quattro criteri: requisiti culturali, attitudini allo svolgimento dell’incarico, capacità professionale ed esperienza acquisita. All’avviso hanno risposto, oltre a Del Moro, due dei tre ricorrenti, Di lena e Cioffi che si sono classificati rispettivamente al secondo e quarto posto. Non ha invece presentato domanda La Verghetta.

Anna Bontempo (il centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.