Banner Top
Banner Top

Cupello, le proposte del gruppo consigliare “Il Cambiamento” per il piano annuale e triennale delle opere pubbliche

Il Gruppo Consiliare e l’Associazione culturale “Il Cambiamento”, in linea con i principi posti alla base della propria azione istituzionale e del programma elettorale presentato alle amministrative del 25 maggio 2014, portando avanti un’azione di costante presenza tra i cittadini, intendono esprimere proposte e istanze al fine di migliorare la qualità di vita dei cupellesi e garantire maggiore salute e sviluppo a tutto il nostro territorio. Da qui nasce l’idea di una “campagna di ascolto” utile a favorire la partecipazione di tutti i cittadini di Cupello alla vita amministrativa e necessaria per interpretare il ruolo di minoranza in modo attivo e propositivo all’interno del Consiglio Comunale.Le varie proposte sono suddivise in diversi ambiti: viabilità e sicurezza, lavoro e solidarietà, spese, investimenti e lavori pubblici, contrade e aree rurali. Per quanto riguarda la viabilità e la sicurezza, si chiede l’attivazione della figura del Nonno Vigile, la regolamentazione di parcheggi con disco orario, la manutenzione della illuminazione e la possibilità di valutare la realizzazione di un impianto di video sorveglianza  nel parcheggio comunale adiacente Via XX Settembre, al fine di incentivare l’uso di tale spazio pubblico, l’aggiornamento dei numeri civici di Via Istonia nelle residenze presenti nel tronco in entrata e uscita per Vasto. Per lavoro e viabilità, si chiede la riconferma di tutti i contratti a tempo determinato,  l’istituzione di un albo di lavoratori stagionali, la verifica della spesa sociale per una maggiore equità e trasparenza circa le effettive necessità dei beneficiari, nuove forme di integrazione per i migranti. Il comitato, inoltre, chiede all’amministrazione comunale di farsi promotore verso la Regione Abruzzo della realizzazione di un servizio ambulanza di primo soccorso stabile su Cupello e allo stesso tempo che si predisponga un’area di atterraggio per elisoccorso in prossimità del centro abitato. In relazione a queste esigenze e per ogni servizio di ausilio della nostra comunità si chiede di favorire la nascita di un locale corpo di Protezione Civile. La Lista Civica per il cambiamento, inoltre, richiede l’istituzione della Consulta delle Associazioni, finalizzata alla promozione socio-culturale della nostra comunità e alla creazione delle più utili ed opportune sinergie disponibili sul nostro territorio. Un organismo di raccordo del Terzo Settore diretto a ottimizzare e favorire risorse economiche e umane e teso a valorizzare Cupello e i propri talenti. Per quanto riguarda le spese e gli investimenti pubblici, l’associazione chiede di svolgere ciclicamente accurate indagini di mercato tese ad aggiornare l’esistenza di più convenienti contratti per utenze, luce, gas, telefonia fissa e mobile relativa a tutte le strutture pubbliche e destinare le entrate derivanti da I.M.U. sui terreni agricoli alla viabilità rurale al fine di risarcire un comparto economico composto da piccoli proprietari che altrimenti risulterebbero solo penalizzati dalle continue vessazioni fiscali che lo Stato centrale impone attraverso le amministrazioni locali. Sulla fornitura di acqua potabile, visto che i problemi risultano ascrivibili ad una rete di distribuzione obsoleta e ad un sistema di riserva idrica inadeguata al numero di abitanti, si chiede di prevedere in bilancio la messa in rete di tutti i serbatoi e cisterne pubbliche già esistenti sul territorio e di potenziare tali dispositivi. Allo stesso tempo la lista Il Cambiamento chiede di attivarsi verso la SASI affinché svolga tutti i controlli e manutenzioni a sé ascrivibili al fine di ridurre al minimo dispersioni e perdite di rete. Tra gli altri punti, chiede la manutenzione e valorizzazione delle aree verdi finalizzata ad attività ludiche all’aperto destinate ai bambini (a cura delle Associazioni). Allo stesso tempo  chiede la realizzazione di percorsi e spazi verdi attrezzati e protetti per attività sportive all’aperto. È noto che le attività legate al Campo Sportivo Comunale non sono sufficienti a dare risposte alla continua domanda di sport da parte dei nostri giovani, i quali se esclusi dal circuito del calcio organizzato non trovano sane alternative nei luoghi adeguati disponibili. Inoltre, chiede il miglioramento dell’Arredo Urbano con interventi sulle aree verdi, panchine, segnaletica stradale verticale ed orizzontale, nonché il rifacimento dei manti stradali ammalorati nelle vie del centro urbano. Tra gli altri punti di primaria importanza, la riqualificazione di Piazza Garibaldi attraverso il Concorso di idee, partendo dalla sostituzione dei manufatti esistenti con elementi adeguati alle reali esigenze e alle aspettative dei cittadini, proseguendo con l’integrazione di aree ombreggiate e con il ripristino della tettoia adiacente il campanile, fino a concordare con i proprietari dei fabbricati che circondano la Piazza agevolazioni e sgravi fiscali per incentivare la manutenzione e il decoro delle facciate. Sempre utilizzando lo stesso strumento del Concorso d’idee, propone la riqualificazione della ex-Scuola Elementare “L. Mastronardi”, oramai reso luogo di degrado e di pericolo. In risposta alle tante richieste da parte di associazioni e cittadini di avere uno spazio coperto e sicuro per la musica, il teatro e i momenti d’incontro collettivi si propone di porre allo studio la riconversione della ex-Palestra della Scuola Elementare in Auditorum. Chiede, inoltre, di risolvere il problema dell’Ex-Area Artigianale di Via Aragona, porta di Cupello, oggi luogo deturpato e degradato. Anche per questa area propone d’indire un Concorso di idee per stabilire e concordare un destino di riqualificazione e di riuso per un importante pezzo del centro urbano. Questa sia anche l’occasione per risolvere in modo definitivo i problemi collegati alle condotte fognarie che qui corrono a cielo aperto ben a ridosso delle abitazioni. Per un Piano dei Lavori Pubblici, adeguato e realistico, sia esso annuale che triennale, si chiede di procedere ad una pubblica verifica sullo stato dell’arte rispetto alla Variante al Piano Regolatore per cui uno Studio Professionale risulta incaricato nel 2012 dalla precedente amministrazione. Si chiede che venga illustrato dettagliatamente lo stato dei lavori a tre anni dal loro avvio e quali siano le prospettive per la nostra cittadina. La lista Il cambiamento, inoltre, richiede anche l’istituzione di una specifica Commissione Consiliare che insieme al Sindaco sviluppi approfondimenti e idee rispetto al destino del Consorzio CIVETA. Allo stesso tempo si ponga Cupello come interlocutore verso la Regione Abruzzo per lo studio di proposte e progetti atti a tutela dei livelli occupazionali e del rilancio della vocazione originaria del Consorzio, cioè il compostaggio da rifiuti urbani e il riciclaggio in loco di materie derivanti da raccolta differenziata urbana. Tutto questo nell’ottica della salvaguardia della salute dei cittadini, della bellezza del nostro territorio e del lavoro. Per quanto riguarda le contrade e le altre aree rurali, a Montalfano si richiede la messa in sicurezza dei pedoni sulle strade maggiormente trafficate quali tracciato della Strada Provinciale Trignina, Via Lentella, Via Della Chiesa. Si chiede, inoltre, la sistemazione dell’ area limitrofa a Piazza Giovanni Paolo II ed edificio ex Scuola elementare con giochi (a norma di legge)  per bambini e area per anziani con incremento delle panchine e piantagioni di alberi e arbusti, regimazione delle acque piovane con costruzioni di cunette e reti di scolo, ripulitura di fossi naturali. Ributtini, invece, necessiterebbe di marciapiedi, regimazione delle acque piovane, asfalto strade, fognature, attuazione urbanizzazione. Per quanto riguarda le strade rurali in generale, si dovrebbe pervenire alla messa in sicurezza e sistemazione del manto stradale con pietrisco e asfalti, al potenziamento del servizio acqua ad uso agricolo mediante installazione di un allaccio energetico su ventiquattr’ore e non limitato all’accensione dell’illuminazione pubblica. La lista civica, inoltre, richiede, la video sorveglianza nelle aree adiacenti la piazza e gli ingressi viari della zona in modo da controllare il flusso continuo di gente. Per quanto riguarda l’illuminazione pubblica: si chiede la sostituzione delle attuali lampade con quelle a risparmio energetico.

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.