Banner Top
Banner Top

Domani Rita Borsellino a Vasto

Come già annunciato ad inizio settimana, domani presso l’auditorium Palizzi di Vasto alle ore 10.30 Rita Borsellino sarà ospite dell’incontro con le scuole vastesi “Costruiamo insieme la legalità”, organizzato dall’Unitre di Vasto con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Rita Borsellino è nata a Palermo il 2 giugno 1945. E’ laureata in Farmacia, sposata e madre di tre figli. Il suo impegno sociale inizia dopo la strage di via D’Amelio dove perse la vita il fratello, il giudice Paolo Borsellino. E allora, infatti, che da mamma e farmacista, riservata e dedita alla famiglia, Rita Borsellino inizia a operare nel sociale, sopratutto nelle scuole,  per costruire e rafforzare la coscienza antimafia in Sicilia e in tutto il Paese. Nel 1998 viene eletta presidente dell’Associazione Piera Cutino  guarire dalla talassemia Onlus con sede a Palermo ed attualmente è presidente onorario.

Con l’ Arci ha dato vita alla Carovana Antimafia e con don Luigi Ciotti all’Associazione Libera  contro le mafie, di cui è stata vicepresidente prima e presidente onoraria poi  fino al 2006 quando si candida come presidente dell’Unione alle regionali in Sicilia sfidando Salvatore Cuffaro. Per sostenere la sua candidatura nascono in tutta l’isola 200 comitati spontanei, formati da  partiti e società civile organizzata, chiamati cantieri, che elaborano il programma partecipato.  Da questo fermento nasce il movimento Un’Altra storia, di cui Rita Borsellino è Presidente. Un movimento che in nome del cambiamento vuole mettere insieme i partiti dell’Unione, la società civile organizzata siciliana e i giovani.

Rita Borsellino perde le elezioni ma il risultato può considerarsi un successo: è stata la candidata di centrosinistra più votata nella storia della Sicilia con oltre un milione di consensi.

Siede comunque come parlamentare nella XV legislatura dell’Assemblea regionale siciliana dove assume il ruolo di leader dell’opposizione, iscritta al gruppo misto, e componente della commissione Regolamento, Verifica dei poteri e Affari Istituzionali.

Dopo la parentesi all’Assemblea regionale siciliana conclusa nel gennaio 2008 per dimissioni del presidente della Regione Salvatore Cuffaro, Rita Borsellino torna a dedicarsi  interamente al mondo dell’associazionismo, costituendo nel luglio 2008 il movimento nazionale di Un’Altra Storia, per dare identità concreta al suo modo di fare politica, una politica vicina alla gente, che affonda le sue radici sull’attività partecipata.

Nell’aprile 2009 si candida alle elezioni europee e il 7 giugno dello stesso anno viene eletta europarlamentare, dopo una intensa campagna elettorale condotta fra la Sicilia e la Sardegna, ottenendo un successo sorprendente, ben 229.981 voti,  un risultato  che la rende la seconda candidata più votata in Sicilia dopo Silvio Berlusconi. Si insedia al Parlamento europeo di Strasburgo il 14 luglio 2009, iscrivendosi al Gruppo S&D. E’ nominata membro della commissione Libe, Libertà civili, Giustizia e Affari interni., ed è relatrice per il gruppo  S&D nella Commissione speciale contro la criminalità organizzata istituita nel Parlamento Europeo nel 2012.

Nel 2012 costituisce il Centro Studi Ricerche e Documentazione Sicilia/Europa “Paolo Borsellino”, di cui è Presidente onoraria,  che ha tra le proprie finalità quelle di riportare alla luce e custodire fonti documentarie e testimonianze di esperienze educativo-didattiche sorte su territorio siciliano e ispirate a innovativi modelli di più ampio respiro europeo.

Moderatore dell’incontro sarà il giornalista e scrittore Ettore Zanca, autore del libro Vent’anni edizioni Coppola, raccolta di testimonianze per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Collabora con le testate online DiPalermo Il Gabbiano News, Informazione Libera e La Valle dei Templi. E con Re-volver e ingresso libero. Ha avuto un blog su “L’ora Quotidiano”. 

Vincitore del premio letterario Fame di Parole 2012, Convivio 2010 e Gesti e parole di legalità 2012.

Ha scritto i racconti Zisa Football club per Cartacanta edizioni, Zupì e gli infedeli, la favola di Don Pino Puglisi, per Coppola editore, Polvere per La Montegrappa e Meglio essere Peter Parker per la Sipsec.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.