Banner Top
Banner Top

Le coppiette “sporcano” la via dell’amore

 

Un tappeto di fazzolettini di carta e di resti di una nota marca di preservativi. Si presenta così il vialone della zona industriale adiacente la riserva naturale di Punta Aderci, luogo preferito dalle coppiette in cerca di intimità. Non ci sarebbe nulla di male se il giorno dopo la zona, denominata non a caso “via kleneex”, non fosse invasa dai residui delle effusioni amorose. Un problema annoso che nel 2008 è stato affrontato dalla Cogecstre, la cooperativa di Penne che ha in gestione l’area protetta, installando dei cartelli con la scritta “fate l’amore ma non sporcate”.

La campagna di sensibilizzazione, rimbalzata sulla cronaca nazionale, ha funzionato per un po’, ma lo scarso senso civico e il mancato rispetto per la natura hanno preso di nuovo il sopravvento. Anzi, per certi versi la situazione è peggiorata se si tiene conto che oltre ad utilizzare il vialone della zona industriale, le coppiette sono solite appartarsi anche nel parcheggio realizzato all’ingresso della riserva. E perfino in pieno giorno, come raccontano gli operatori della Cogecstre che ce la mettono tutta per mantenere l’area pulita.

“La priorità è rivolta alla spiaggia che cerchiamo di mantenere sempre pulita anche grazie alla collaborazione degli internati della casa Lavoro di Vasto – fa sapere Alessia Felizzi, referente della cooperativa di Penne – quando è possibile interveniamo anche sul vialone, ma basta una sera per annullare un accurato lavoro di ripulitura, senza considerare che l’area ricade nella zona industriale e quindi di competenza dell’Arap, l’azienda regionale per le attività produttive”.

Qualcuno suggerisce di riesumare i cartelli, sperando che possano rappresentare un deterrente per chi abbandona nell’ambiente con tanta disinvoltura fazzolettini di carta e preservativi. Ma l’esperienza precedente dimostra che anche la migliore campagna di sensibilizzazione può poco di fronte alla inciviltà dilagante. Insomma, cartelli e scritte non sono sufficienti per scoraggiare chi denota scarso senso civico. Molti sono convinti che bisognerebbe vietare l’accesso alle auto, un provvedimento che l’Amministrazione Comunale non ha ancora preso, nonostante le sollecitazioni delle associazioni cittadine.

Anna Bontempo (il centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.