Banner Top
Banner Top

Vasto, entro l’estate un impianto di video sorveglianza efficace

A fronte dei recenti episodi di cronaca, da ultima l’aggressione avvenuta qualche giorno fa a un noto imprenditore vastese, l’avvio del piano di videosorveglianza che è stato presentato questa mattina nella sala consiliare del comune di Vasto ha la prerogativa su tutto il resto. Nel corso della conferenza stampa, il sindaco Luciano Lapenna e il responsabile dei lavori, l’ingegnere Paolo Gustuti, hanno comunicato che in massimo 120 giorni, a fronte dei 180 a disposizione, la rete di telecamere sarà operativa. In altre parole, entro l’estate, la città di Vasto e la zona di Vasto Marina saranno dotate di un impianto di video sorveglianza.

“Una particolare attenzione sarà riservata alla zona di Vasto Marina, che soprattutto nel periodo estivo è esposta a una serie di atti delinquenziali”– ha affermato il sindaco e ha continuato: “Mi auguro che questo impianto aiuti a combattere la criminalità”. L’importo dei lavori è di 446.000 euro, dei quali una parte è coperta con il contributo regionale.  Nello specifico, l’impianto di video sorveglianza sarà composto da 76 telecamere dislocate in 24 postazioni strategiche, dei quali ciascuno avrà 3 o 4 dispositivi, a seconda del luogo da monitorare, che si tratti di un incrocio stradario o di una piazza. Le 76 telecamere si aggiungono alle 10 già preesistenti, che si trovano a Vasto Marina e nell’area della villa comunale.

Per tenere sotto controllo i video della rete si allestirà una sala con operatori addetti al monitoraggio costante e con video schermi presso la sede della Polizia Municipale in corso Italia. Le forze dell’ordine, inoltre, potranno collegarsi alla rete anche da remoto per verificare la situazione direttamente dalle volanti. Le telecamere che saranno montate dalle due imprese che si sono aggiudicate l’appalto, la F.G.S Srl di Bergamo e la S.D.S. di Di Giacomo Andrea, sono di ultima generazione e hanno una potenza di 5 megapixel, dieci volte superiore a quella dei dispositivi di una volta. Tale caratteristica permette di avere un’ottima risoluzione delle immagini, di coprire un ampio raggio di visuale, di riconoscere le targhe automobilistiche. Le telecamere, sia quelle di nuovo impianto sia quelle già preesistenti  saranno collegate tramite un sistema di fibra ottica, il miglior materiale disponibile sul mercato, che permette di trasmettere il messaggio con velocità e senza danni.

L’ingegner Paolo Gustuti ha sottolineato che l’utilizzo della fibra ottica rappresenta un vantaggio notevole per l’eventuale implementazione del sistema con altre telecamere o per un collegamento con le ZTL. Vantaggio che si riscontra anche in termini economici. Le 24 postazioni che beneficeranno di video sorveglianza saranno installate nel centro storico (corso De Parma, corso  Garibaldi, corso Mazzini, piazza Rossetti, piazza Pudente, piazza Diomede, piazza Caprioli e largo belvedere Romani), in via Ciccarone,via Madonna dell’Asilo, nella zona del Terminal e della 167, in via Incoronata, agli  incroci di Vasto Marina sulla SS 16 di via de Nardis, viale Dalmazia e via San Tommaso, e tra via De Nardis e  Montevecchio. Alla Marina, inoltre, verrà monitorato l’incrocio con via Donizetti,  la rampa d’accesso alla SS 16 dal  lungomare Cordella, piazza Fiume, piazzale lungomare Duca degli Abruzzi, dove si svolgono le attività commerciali di panineria e di luna park.

L’ingegner Paolo Gustuti ha dichiarato ancora: “È vero che il sistema di video sorveglianza  era già nei piani dell’amministrazione da 5 anni, ma tale lasso di tempo intercorso ha permesso di disporre oggi di tutte le ultime tecnologie. Se l’amministrazione avesse realizzato a quell’epoca l’impianto, ora avrebbe un sistema obsoleto e costato il doppio”.

Per garantire alla città maggiore sicurezza, non basta, però, solo la realizzazione dell’impianto, ma deve essere assicurata l’efficienza dell’impianto stesso. Proprio per questo, l’amministrazione comunale ha previsto un ciclo d’incontri di formazione per gli operatori e un contratto di manutenzione del sistema. Il monitoraggio costante della città e del sistema di videosorveglianza, sono le chiavi per il successo di questo nuovo strumento tecnologico.

Nausica Strever

  • presentazione_videosorveglianza_09
  • presentazione_videosorveglianza_08
  • presentazione_videosorveglianza_06
  • presentazione_videosorveglianza_05
  • presentazione_videosorveglianza_04
  • presentazione_videosorveglianza_03
  • presentazione_videosorveglianza_02
  • presentazione_videosorveglianza_01
  • Costuti_Lapenna_Marcello
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.