Banner Top
Banner Top

Del Moro, la città ha bisogno di risposte e noi dobbiamo dialogare con l’Amministrazione

Ripristinare il rapporto di fiducia tra l’Amministrazione Comunale e la Polizia Municipale. È il punto che occupa il primo posto nell’agenda del nuovo comandante ricca di appunti e di obiettivi da raggiungere. Si è insediato ieri il tenente Giuseppe Del Moro, risultato in cima alla graduatoria dell’avviso indetto dal Comune. Ha preso il posto del collega Orlandino Carusi, che lo scorso dicembre si è dimesso dall’incarico dopo aver tenuto le redini del comando di Corso Italia per tre anni. “So che mi aspetta una lunga salita, ma so che dopo la salita c’è la pianura – dice Del Moro – continuerò a lavorare come ho fatto, in silenzio e con spirito di servizio. Di cose da fare ce ne sono tante: devo rivedere l’organizzazione del lavoro per dare risposte migliori alla città, mi preme ristabilire un rapporto di fiducia e dialogo tra l’Amministrazione e la Polizia Municipale. Le polemiche sulla mia nomina? Non entro nel merito, non è mio costume” taglia corto il comandante, la cui nomina ha rinfocolato l’animata discussione che da mesi tiene banco in città e di cui Davide D’Alessandro si è fatto portavoce.

Ieri il Consigliere Comunale indipendente, come riportato dal nostro giornale, è tornato sull’argomento: “Anche i bambini erano a conoscenza che l’avviso lo avrebbe vinto Del Moro – ribadisce l’esponente della minoranza consiliare – e non poteva che essere così con un bando cucito su misura, senza la pretesa della laurea e senza il rispetto della gerarchia interna. Io il nome del vincitore l’ho indovinato con anticipo, ma non sono un profeta, né ho particolari capacità previsionali. Conosco bene l’amministrazione del Sindaco Luciano Lapenna che, per mano del dirigente Vincenzo Marcello, procede con protervia ed arroganza. In questa città, negli ultimi nove anni, si è permessa di tutto e continua a tirare diritto. Nel silenzio generale, nella complicità generale e nonostante le richieste del Diccap che ha inviato più volte il primo cittadino a ripristinare la legalità – conclude DAlessandro. Il consigliere fa riferimento alla iniziativa promossa dal sindacato autonomo che, ravvisando vizi formali aveva chiesto l’annullamento in autotutela dell’avviso perché emesso “in violazione della legge”. Intanto ieri pomeriggio è iniziato a circolare un sms diretto ai consiglieri comunali con cui si chiede il “ripristino della legalità”.

Anna Bontempo
ilcentro

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.