Banner Top
Banner Top

Il 21 e il 22 marzo tornano le giornate di primavera del Fai

Anche quest’anno stanno per partire le giornate del FAI: sabato 21 e domenica 22 marzo sarà possibile visitare migliaia di siti d’interesse culturale in tutta Italia. L’iniziativa è giunta alla sua ventitreesima edizione e raccoglie sempre più successo; finora ha coinvolto oltre 7.800.000 italiani che ogni anno si danno appuntamento per vivere l’esperienza di visitare luoghi che raccontano la nostra storia, illustrati dalle spiegazioni degli oltre 25.000 gli Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che illustreranno aspetti storico-artistici dei monumenti. Un’occasione per “convivere e condividere”, per sentirsi parte della grande comunità FAI che ama il proprio Paese e difende le proprie ricchezze, per sentirsi attori protagonisti e non spettatori passivi. Chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, castelli, giardini, studi televisivi, testimonianze di archeologia industriale; persino caserme, archivi musicali e scuole militari: 780 luoghi in 340 località in tutte le regioni verranno aperte e raccontate al pubblico, con visite a contributo libero. Nelle vicinanze, saranno aperti al pubblico il Torrione Aragonese, l’Officina Storica Ferrovia Sangritana e l’ Archivio Storico, il  Palazzo del Capitano, il Centro di Documentazione e Ricerche Musicali “Francesco Masciangelo”, la Chiesa di Santa Maria Maggiore e la Torre di San Giovanni a Lanciano e a Pollutri Palazzo del Re, Palazzo Mucci, e Palazzo San Nicola. Tra queste, le aperture speciali riservate solo agli iscritti FAI sono Palazzo del Capitano a Lanciano e la cappella privata all’ interno di Palazzo San Nicola  (Sabato 21 e Domenica 22, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – ore 18.00, le iscrizioni al FAI potranno essere fatte anche in loco).  In  particolare, in  Abruzzo saranno aperti al pubblico 41 luoghi , 7 in Molise. “Grazie all’impegno dei delegati e dei tanti volontari, anche quest’anno il catalogo delle aperture sarà molto vario e offrirà luoghi di importanza storico-artistica così come luoghi che sono testimonianza della nostra civiltà e della nostra vita quotidiana; con questi siti così straordinari  contiamo di superare le oltre 15 mila presenze dello scorso anno quando registrammo, consolidando una tendenza sempre crescente nelle precedenti edizioni, una grande partecipazione di giovani e di famiglie per due giornate dedicate alle bellezze più nascoste dell’Abruzzo e del Molise”- spiega il delegato Fai Abruzzo e Molise Massimo Lucà Dazio.Per l’elenco completo delle aperture delle Giornate FAI è possibile consultare il sito www.giornatefai.it oppure telefonare al numero 06 6619 3495. Con un touch si potrà scaricare l’app gratuita delle Giornate FAI di Primavera (www.appgiornatefai.it) che segnalerà i posti da visitare nelle vicinanze e, novità di quest’anno, permetterà di navigare nel mondo FAI, scoprendo tutti i posti che potranno essere visitati e le iniziative che vi si svolgono. In ogni sito si avrà la possibilità d’iscriversi al FAI e di usufruire dei vantaggi con tutti i luoghi convenzionati (oltre 900), con sconti fino al 50% sugli ingressi a mostre, gallerie, teatri, dimore storiche, etc.

Nausica Strever

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.