Banner Top
Banner Top

Multopoli, fissata l’udienza ma è scontro sul tribunale

Multopoli approda in tribunale. Il gip dell’Aquila, Guendalina Buccella, ha fissato per il prossimo 4 marzo prossimo l’udienza preliminare per i quattro vigili urbani di San Salvo coinvolti nell’inchiesta: l’ex Comandante Benedetto del  Sindaco, il Maresciallo Carmela Felice, Angela Monaco e Dino Di Fabio. La difesa degli imputati è pronta a fare le barricate. L’avvocato Giovanni Cerella, difensore dell’ex comandante, conferma l’intenzione di voler richiedere il trasferimento del processo davanti ai giudici del tribunale di Vasto. Dello stesso avviso il collega Fiorenzo Cieri.

L’indagine è stata estremamente complessa ed ha richiesto anni di lavoro. Il prossimo 4 marzo, insieme ai vigili imputati, compariranno in aula anche altri sei indagati. Come si ricorderà l’inchiesta scattò nel mese di luglio di due anni fa. La Guardia di Finanza e il Nucleo Tributario arrivarono a San salvo ed eseguirono una serie di controlli negli uffici del Comando dei vigili urbani di San Salvo. Qualche mese fa scattarono gli arresti. A giudizio della >Procura di Vasto sarebbe emersa l’esistenza di un vincolo associativo tra gli agenti indagati per associazione a delinquere, peculato, falso, abuso d’ufficio, accesso abusivo al sistema informatizzato del Pubblico registro automobilistico (Pra), nonchè reati di minaccia a pubblico ufficiale e di violenza a terzi soggetti a conoscenza dei fatti.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.