Banner Top
Banner Top

Regione: lo sfogo del Movimento 5 Stelle sulla nomina a portavoce di D’Amico

La nomina di Giovanni D’Amico a portavoce della presidenza del Consiglio regionale non poteva non scatenare le proteste degli esponenti del Movimento 5 Stelle che hanno commentato ironicamente “Tutto cambia affinché nulla cambi”.

Come già ricordato ieri, D’Amico, esponente di spicco del Pd, era stato battuto in sede di consultazione elettorale risultando il primo dei non eletti del partito nell’aquilano, è stato eletto all’unanimità dall’ufficio di presidenza.

“Abbiamo assistito per l’ennesima volta – hanno spiegato i Consiglieri M5S – al solito modus operandi di una classe politica che si compiace e si bea nell’autoproclamarsi diversa ed innovativa rispetto al passato ma che, al contrario, continua imperterrita sulla vecchia strada dei clientelismi e dei favori elargiti in cambio di voti. La nomina scandalosa fatta dal Presidente del Consiglio Di Pangrazio di Giovanni D’Amico ne è solo l’ultimo e triste esempio. Anche a voler tralasciare qualsiasi valutazione sull’utilità o necessità di istituire una siffatta figura professionale in seno al Consiglio regionale, che dispone già di un Ufficio stampa, o sull’opportunità di reperire ulteriori collaboratori dall’esterno quando, contemporaneamente, ci si rammarica del numero troppo elevato di dipendenti regionali ipotizzando, addirittura, il loro trasferimento ad altri enti, non è possibile non considerare come questa nomina, ed i quarantacinquemila euro della relativa retribuzione, rappresentino un vero e proprio schiaffo in faccia a tutti coloro che non riescono, in alcun modo, a trovare, facendo affidamento solo sul proprio impegno e preparazione professionale, uno sbocco occupazionale”.

“Tutto ciò – scrivono ancora Marcozzi e c. – in barba alla trasparenza ed alla meritocrazia tanto sbandierate da D’Alfonso e dai suoi colleghi della maggioranza. Fino a quando l’Abruzzo sarà governato in questo modo e sarà preda di una classe politica dedita esclusivamente a contraccambiare l’impegno profuso in campagna elettorale, non sarà possibile realizzare quel cambiamento indispensabile alla nostra Regione”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.