Banner Top
Banner Top

Fondi per gli impianti sportivi di Vasto e San Salvo, D’Alfonso prima li cancella e poi li deve riassegnare

Era stata la delibera 465 dell’8 luglio 2014 con la quale l’Amministrazione regionale a guida Luciano D’Alfonso aveva cancellato gli stanziamenti di 700 mila euro di Fondi europei per la ristrutturazione e messa insicurezza degli impianti sportivi del popoloso quartiere S. Paolo di Vasto e di 800 mila euro per la palestra del polo scolastico di via Ripalta e della palestra della Marina di San Salvo, fondi liberati dal precedente governo regionale, presieduto da Gianni Chiodi, con la delibera di Giunta 231 del 31 marzo 2014.

Molte erano state le proteste che si erano sollevate anche perché D’Alfonso aveva stabilito una riprogrammazione di quei fondi. A Vasto, il 17 luglio il consigliere comunale di Forza Italia Antonio Monteodorisio presentava una mozione che impegnava il comune di Vasto a contrastare questa decisione e aveva chiesto la mobilitazione dei consiglieri regionali forzisti affinché la nostra città rimanesse beneficiaria di queste agevolazioni.
E la mobilitazione delle forze all’Emiciclo c’è stata con dure proteste, considerata l’importanza delle opere cancellate, e con FI che ha coordinato i ricorsi al Tar da parte di molti Comuni destinatari delle risorse.

Dopo sette mesi, però, D’Alfonso e C. sono stati costretti a tornare sui propri passi e a restituire i fondi per le opere già citate approvando la Delibera di giunta n. 660 del 14 ottobre 2014 richiamata e specificata nella nota al Ministero per lo Sviluppo economico prot. RA/328533/SQ del 10/12/2014 nella quale vengono elencate le opere che meritano di essere finanziate, tra le quali il campo della 167 di Vasto.

Sul dietro-front della Regione il commento proprio di Antonio Monteodorisio: “Questo risultato ottenuto grazie ad una opposizione efficace e costruttiva contro un centrosinistra lento ed inconcludente è una vittoria per la nostra città, considerato il valore di tali stanziamenti e l’importanza del centro sportivo come un luogo di aggregazione positivo per la valorizzazione del quartiere 167.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.