Banner Top
Banner Top

Nuovo polverone sull’accorpamento degli istituti Ridolfi – Zimarino e Pomponio scrivono alla Regione

Agrario Ridolfi_ScerniA distanza di qualche mese dalla decisione del Tavolo tecnico regionale sulla riorganizzazione scolastica di accorpare l’Istituto Agrario Ridolfi di Scerni e l’Istituto Zimarino di Casalbordino in un unico Omnicomprensivo con sede in quel di Scerni, le polemiche e le richieste non sono ancora concluse. A riaccendere le polveri è stato il sindaco di Casalbordino Remo Bello, che è tornato nei giorni scorsi a chiedere alla Regione la revoca di tale decisione, che ha preso corpo già in questo anno scolastico 2014-15, minacciando addirittura il ricorso alla giustizia, costringendo di fatto il suo omologo di Scerni, Giuseppe Pomponio, a rivendicare il ruolo dell’Agrario e a difendere le scelte maturate nel dicembre 2013.

Una posizione espressa attraverso una lettera inviata all’assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe, a quello all’Istruzione Marinella Sclocco, e per conoscenza al presidente Luciano D’Alfonso e alla Direzione generale dell’Ufficio scolastico.

Questo il testo del documento a firma di Pomponio:

“…devo registrare, purtroppo, come all’inizio di questo nuovo anno scolastico 2014/2015, si torni nuovamente a mettere in discussione da parte di alcuni amministratori locali, la Presidenza presso l’Istituto Tecnico Agrario di Scerni “Ridolfi-Zimarino”, e la sua verticalizzazione entrata in vigore nell’anno scolastico corso.

Negli anni precedenti l’Istituto Tecnico Agrario del Comune di Scerni, storica e gloriosa istituzione scolastica, è stato aggregato ad altri Istituti di diverso indirizzo con la conseguente perdita della Dirigenza e del relativo organico per la gestione amministrativa oltremodo complessa per la sua peculiare strutturazione educativa: Convitto, Azienda agraria, Cantina vinicola didattica, parco ambientale, vigneti di nuovo impianto, uliveto e altri terreni annessi.

La scelta e l’istituzione dell’omni-comprensivo dell’Istituto tecnico Agrario con le scuole di ogni ordine e grado dei Comuni di Scerni, Casalbordino, Pollutri e Villalfonsina avanzata e proposta, dopo innumerevoli incontri presso la Provincia e la stessa Regione Abruzzo, si basa sulla realizzazione di un polo scolastico in un vasto territorio dove è fiorente l’imprenditoria agricola, vitivinicola e sono nate importante e rinnovate strutture turistiche nonostante il decremento demografico. Oggi sarebbe quindi un grave errore di lungimiranza politica ed economica penalizzare un Istituto storico, come il “Ridolfi”, che da ben 135 anni forma tecnici e gli operatori del settore agrario, unico nella Provincia di Chieti e tale da soddisfare il nuovo binomio: scuola —lavoro. L’agricoltura rappresenta, sempre di più, un settore economicamente strategico e rilevante per la provincia di Chieti e per l’intera regione Abruzzo e l’Agrario di Scerni nel tempo ha assunto un ruolo di risorsa territoriale fondamentale grazie alla sua capacità di tenuta e di sviluppo.

La nascita dell'”Istituto Omni-comprensivo”, soluzione molto diffusa nel territorio nazionale, ha coinvolto tutti gli Enti preposti e l’Autorità scolastica regionale a comprendere le scuole dei Comuni limitrofi, sulla base della legislazione vigente, con senso di responsabilità, lungimiranza e attenzione alle esigenze delle Comunità locali e del territorio.

Mi preme, inoltre, rimarcare che la dislocazione della dirigenza scolastica e dell’ufficio amministrativo presso l’Istituto Agrario “Ridolfi-Zimarino” risponde quindi a precise esigenze di tipo gestionale ed amministrativo legate alla particolare complessità di tale scuola cui ho già accennato e l’accoglienza nel convitto di numerosi alunni provenienti dal Molise e dalla Puglia.

Pertanto una malaugurata perdita della presidenza comprometterebbe gravemente la possibilità di gestire correttamente una istituzione con evidenti particolarità e garantire alla relativa scuola una popolazione scolastica numericamente sufficiente rispetto ai parametri di legge.

Quindi, dopo quanto illustrato, questa amministrazione è pienamente favorevole e rimane ferma su quanto decretato dagli Uffici regionali scolastici nell’istituire, a partire dall’anno appena iniziato, l’Omni-comprensivo “Ridolfi-Zimarino”, per il bene e il futuro sia della storica scuola Agraria e, in generale, dell’istruzione nel nostro comprensorio”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.