Banner Top
Banner Top

In Cassazione presentato un referendum contro la chiusura dei tribunali minori abruzzesi

Tribunale_Vasto_2Era la metà di gennaio quando la Corte costituzionale si pronunciava per l’inammissibilità del referendum abrogativo della legge di riforma della geografia giudiziaria, entrata in vigore il 13 settembre 2013, nonostante che fosse stato presentato da ben 9 Regioni. Una decisione che sembrava aver scritto la parola fine sulla decisa chiusura dei tribunali minori abruzzesi (Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona).

Invece, proprio ieri è stato presentato agli uffici della Cassazione a Roma il referendum abrogativo del Decreto Legislativo n.155 del 7 settembre 2012, nuovamente per difendere l’apertura delle quattro sedi giudiziarie abruzzesi. A presentarlo i consiglieri regionali Maurizio Di Nicola e Sara Marcozzi e l’ex consigliere regionale Gino Milano.

Un’iniziativa congiunta quella di ieri in difesa anche di 3 tribunali siciliani, 2 lucani, 2 pugliesi  e 2 campani che riapre una nuova linea di trincea nella lotta alla geografia giudiziaria disegnata dall’allora ministro montiano Severino.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.