Banner Top
Banner Top
Banner Top

Il Presidente Di Giuseppantonio scrive alle comunità scolastiche della provincia di Chieti

enrico di giuseppantonioÈ una lunga lettera quella che Enrico Di Giuseppantonio ha indirizzato alle intere comunità scolastiche del territorio provinciale per salutare la riapertura dell’anno scolastico. Una missiva che suona un po’ come un bilancio di quanto fatto ed un nuovo excursus sui tagli all’Ente che hanno pesato e non poco sul futuro delle scuole teatine. Ecco il testo della nota.

Carissimi,

questa Amministrazione provinciale si appresta a concludere il proprio mandato e per l’ultima volta rivolge l’augurio di proficuo lavoro a tutti coloro che compongono le nostre comunità scolastiche: presidi, docenti e personale amministrativo, collaboratori scolastici e studenti.

Nel contempo, cogliamo l’occasione per rinnovarVi i nostri ringraziamenti per questi anni trascorsi in un clima di reciproca collaborazione seppur faticosi, segnati dalla progressiva diminuzione di risorse statali in capo alla Provincia di Chieti già alle prese con una precaria situazione finanziaria che più volte Vi è stata rappresentata. Tuttavia, non abbiamo lesinato nel mettere tutto il nostro impegno, grazie anche al supporto degli Uffici dell’Ente, per poter adempiere le funzioni ed erogare i servizi di competenza.

Abbiamo dovuto operare, di conseguenza, scelte anche impopolari ma necessarie in modo da assolvere nel migliore dei modi alla gestione degli edifici, alla programmazione scolastica, alla promozione dei progetti di formazione, di avviamento al lavoro, di informazione ed educazione alla cittadinanza attiva nell’ottica dell’integrazione nell’Unione Europa.

Certamente le contingenze economiche non ci hanno favorito e, talvolta, abbiamo dovuto chiedere la Vostra collaborazione quando si è trattato di razionalizzare le spese, e la Vostra comprensione di fronte alle difficoltà registrate nel dare seguito alle richieste di manutenzione e di interventi.

Con certezza, a consuntivo di questa esperienza amministrativa, possiamo affermare che le Scuole Superiori della provincia di Chieti sono motivo di orgoglio perché diversificano l’offerta didattica e ne preservano il livello di qualità, sono aperte all’introduzione di nuovi corsi ma si riappropriano, rinnovandoli, di quei canali formativi più tradizionali che consentono di avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro, con un occhio attento anche alle esigenze che si rilevano nel territorio di appartenenza con il quale gli Istituti superiori sono perfettamente integrati.

Essere presenti ed affiancare questi percorsi assicurando strutture, strumenti e servizi è l’investimento più alto che si possa garantire a beneficio della crescita sociale ed economica della realtà amministrata, soprattutto per costruire prospettive occupazionali alle giovani generazioni che affidano il loro futuro all’Istruzione e alle Istituzioni investite di tale responsabilità.

Eppure la riforma delle Province, che ha contraddistinto gli ultimi tre anni, ha visto assumere dal Governo provvedimenti finanziari che, infierendo sui bilanci degli enti locali, hanno inciso negativamente sul comparto scuola. Tuttavia, abbiamo cercato di difendere il diritto allo studio e alla sicurezza degli edifici scolastici risvegliando quella coscienza collettiva troppo sopita nel nostro Paese, connivente con una visione che paralizza Cultura e Istruzione negando le stesse basi della civiltà per una società che si voglia definire moderna.

A tutti coloro che responsabilmente lavorano nella Scuola e per la Scuola in questo territorio provinciale, và la nostra gratitudine di Amministratori locali consapevoli delle difficoltà reali e concrete che si rappresentano nella quotidianità.

A tutti gli studenti, l’incitazione a fare propri gli strumenti che le nostre scuole offrono e ad approfittare di ogni esperienza di confronto e di incontro che i docenti propongono per potenziare le attività didattiche, sono irripetibili input di conoscenza che Vi segneranno in positivo se saprete viverli attivamente.

Un buon lavoro a tutti e ancora grazie per la comprensione.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.