Banner Top
Banner Top

Vasto, ancora poca acqua dai rubinetti

mancanza acquaSembrerà strano ma neanche la pioggia caduta su tutto il vastese in questi ultimi giorni sembra aver risolto i problemi di siccità delle famiglie di Vasto. Soprattutto di quelle che abitano nei quartieri più alti. Ecco perchè ancora altre famiglie hanno aggiunto il loro nome all’esposto presentato in Procura da Antonio Turdò.
“Da anni in varie zone della città, ma in modo particolare nella zona San Michele-Croci si registra una ripetuta e mancanza idrica che comporta notevoli disagi alle famiglie ed anche e soprattutto agli operatori economici – si legge nell’esposto – e nel 2013 il disagio è iniziato a maggio e si è concluso a settembre, provocando anche gravi problemi di igiene”.
I cittadini si chiedono: appurato che il Consorzio continua a erogare a Coniv e Sasi 250 litri al secondo di acqua grazie alla diga di Chiauci, non si capisce dove vada a finire l’acqua.
“Chiediamo alla Procura di verificare se la causa possa essere una grave e insufficiente attività diligente della società Sasi che è tenuta per legge a fornire il servizio – chiede Turdò – purtroppo il diritto dei cittadini a bere e lavarsi a Vasto non è garantito in molti casi e in molti giorni”.
Insomma, un dibattito sempre più aperto. Adesso arriverà l’autunno e poi l’inverno. Di problemi non dovrebbero essercene. La speranza è che in vista della prossima stagione estiva, che si preannuncia sicuramente più calda di quella appena trascorso, si riesca a risolvere questo problema che accompagna da anni le estati vastesi.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.