Banner Top
Banner Top
Banner Top

Eleonora: è il momento del dolore e della preghiera per tutta la città

eleonora gizziEra scomparsa il 28 marzo scorso, Eleonora Gizzi, la 34enne educatrice vastese che si era allontanata di casa lasciando nel totale sconforto papà Italo e mamma Grazia, da allora impegnati in tutta una seria di appelli che non hanno mai dato frutti concreti.

160 cm di altezza, capelli lunghi castani, giubbotto e pantaloni neri, una sciarpa verde: erano queste le uniche indicazioni per la sua ricerca iniziata da quel video girato dalle telecamere di sorveglianza di una concessionaria d’auto in via S. Michele, a poca distanza dalla casa dei genitori.

Sono stati giorni di frenetiche ricerche, come riportano le cronache, di continui appelli in tv e alla radio, da Chi l’ha visto? a Studio Aperto e via discorrendo; tante le ipotesi, un viaggio in Germania da parenti, la comparsa in Puglia, tutte vane…

E invece quella donna così fragile non si era probabilmente mai allontanata troppo di casa, era sempre rimasta in quella zona dove qualcuno aveva più volte segnalato la presenza di una donna, probabilmente quella stessa dove l’aveva intravista il cugino Domenico nel giorno della scomparsa.

Ieri il ritrovamento di quel corpo che l’esame del DNA, questa mattina,  ha certificato essere quello della povera Eleonora.

Si potrebbe discutere di quello che non è andato, di quello che non è stato fatto e che si poteva fare, dei perché e dei per come, ma crediamo che per tutto ciò ci sarà del tempo.

È il momento del dolore e della preghiera per tutta la città, è l’ora di tacere in segno di rispetto per quel corpo esamine e per quei famigliari che hanno perso una parte di se stessi, per il resto, lo abbiamo già detto, c’è sempre tempo.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.