Rubano alcolici in uno stabilimento balneare di Vasto Marina

furto alcoliciForzano la porta d’ingresso di uno stabilimento balneare per rubare bottiglie di vino e birra. E’ successo la scorsa notte a Vasto Marina (CH). Protagonisti dell’episodio tre studenti molisani, uno dei quali minorenne, sorpresi dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vasto mentre cercavano di allontanarsi con la refurtiva asportata, pochi minuti prima, da uno stabilimento balneare del luogo. I militari dell’Arma, impegnati in un servizio di controllo del territorio, nel transitare sul tratto di lungomare, hanno notato i  tre giovani che, a passo svelto, stavano trasportando delle vistose confezioni di cartone. Alla vista dei Carabinieri i tre studenti hanno cercato di nascondersi nella speranza di non essere notati. I militari, però, li hanno subito fermati per effettuare un controllo ed non hanno impiegato molto tempo a capire che le bottiglie di vino e birra, contenute all’interno delle confezioni, provenivano dal vicino stabilimento balneare. La conferma è arrivata poco dopo quando, recatisi sul posto, gli uomini dell’Arma hanno trovato la porta d’ingresso dello stabilimento balneare forzata e i segni evidenti di un furto perpetrato da poco. Per due dei tre studenti, rispettivamente di 18 e 19 anni, sono scattate le manette ai polsi con l’accusa di furto aggravato in concorso e, dopo aver trascorso la notte presso una camera di sicurezza della caserma dell’Arma di Vasto, saranno processati con rito direttissimo questa mattina. Il terzo complice, di 17 anni, poiché minorenne, è stato denunciato in stato di libertà per il medesimo reato.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.