Banner Top
Banner Top
Banner Top

Vasto celebra il Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri

È stato presentato questa mattina il programma dell’evento celebrativo del Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri fissato per la giornata di venerdì 23 maggio. Nella Sala del Gonfalone di Palazzo di Città sono stati il sindaco di Vasto Luciano Lapenna, il presidente del Club Rotary di Vasto Pierpaolo Andreoni e il Comandante della Legione Abruzzo dei Carabinieri generale di Brigata Claudio Quarta. È stato Lapenna ad aprire la serie degli interventi con il sentito ringraziamento “al Gen Quarta e l’Arma dei Carabinieri che con noi ha sempre un rapporto di grandissima collaborazione nell’interesse di questo territorio e di questa popolazione”. “L’evento che presentiamo quest’oggi – ha detto il primo cittadino – è importantissimo per questa città e si inquadra tra le cerimonie celebrative dei 200 anni dell’Arma cui, come Amministrazione, abbiamo aderito con atti deliberativi come ci è richiesto dall’Anci”.

La manifestazione è organizzata in collaborazione tra iL Comune di Vasto, dunque, e il Club Rotary a nome del quale l’avv. Pierpaolo Andreoni ha sottolineato come “Il Rotary ha ritenuto, in un momento nel quale i valori e le Istituzioni devono essere preservate e avvicinate alla cittadinanza di organizzare un evento per manifestare il proprio ringraziamento e la propria vicinanza alla Istituzione dell’Arma”. “Vivendo questo mondo più dall’interno come mi sta accadendo in questo periodo di preparativi – ha aggiunto il presidente del sodalizio rotariano – ho potuto verificare di persona la funzionalità, la serietà, la  precisione e l’efficienza dei Carabinieri. Ringrazio il sindaco di Vasto che ha raccolto con entusiasmo l’idea di un simile evento; ringrazio il nostro socio gen. Gianfranco Rastelli e il generale Quarta per la concretezza e l’entusiasmo che sta spendendo in questa manifestazione e che, nonostante i suoi numerosi impegni istituzionali, ha trovato il tempo necessario per un sopralluogo e per venire a raccordare e verificare tutto ciò che concerne l’evento a dimostrazione di avere creduto nella manifestazione”.

Andreoni ha, quindi, presentato il programma ufficiale che è così predisposto:

ore 9.30: deposizione di una corona al Monumento dei Caduti in piazza Caprioli;

a seguire: S. Messa nella chiesa della Madonna Addolorata officiata dal socio Rotary Mons. Decio D’Angelo ed interamente dedicata all’Arma con la recitazione anche della Preghiera del Carabiniere;

ore 11.00: inaugurazione di una mostra a Palazzo Mattioli con la collaborazione dell’Arma e di varie associazioni di Carabinieri  con elementi e simboli legati all’Arma a cominciare dalle divise storiche;

ore 11.30: incontro nell’auditorium del Liceo artistico dell’IIS Pantini-Pudente con una selezione di studenti delle scuole di Vasto dalle secondarie di primo grado a quelle di secondo grado per cercare di far capire ai ragazzi che le Istituzioni vanno accompagnate nel loro cammino;:

ore 18.00: nella sala Pinacoteca di Palazzo d’Avalos conferenza – relazione del generale Quarta

“L’evento – ha concluso Andreoni – vuole rappresentare la vicinanza dell’Arma al territorio e far capire che l’impegno quotidiano che i Carabinieri prestano nel territorio è concreto”.

Il generale Quarta si è soffermato principalmente sulla storia del Corpo e la sua funzione partendo dal principio che “Il nostro legame con il Paese è di 200 anni e siamo tra le pochissime Istituzioni che possono vantare una vita così lunga. Siamo nati con il re Vittorio Emanuele I di Savoia che già allora ritenne che non si poteva prescindere dall’esistenza di una forza armata, anzi, di una forza di polizia armata; quindi, siamo nati perché è nato lo Stato italiano”.

“Siamo l’Istituzione più capillare in tutto il territorio italiano dopo le parrocchie, le farmacie e gli uffici postali – ha sottolineato il comandante della Legione Abruzzo – e fin dal primo momento abbiamo voluto istaurare questo legame stretto col territorio e votarci alla gente. Esistiamo perché esiste la gente ed esiste l’obiettivo di dare sicurezza ai cittadini e credo che un buon livello di sicurezza noi lo abbiamo garantito. Il nostro impegno è quello di continuare con sempre maggiore tenacia e puntiglio a garantire  i massimi livelli di sicurezza restando vicini alla gente.

Un giorno fu coniato il felice motto “Carabinieri patrimonio della collettività” e vogliamo continuare ad esserlo”.

Quarta ha voluto ringraziare il sindaco di Vasto per il sostegno dato alla meravigliosa iniziativa ed il Rotary per “questa intuizione e l’opportunità di sviluppare questa chiacchierata per farci conoscere di più dai cittadini. Abbiamo bisogno oggi più che mai di sinergie e collaborazione tra istituzioni”.

Lapenna è intervenuto affermando “Siamo noi che ringraziamo voi e ci teniamo molto perché è grazie a voi che dimostriamo che lo Stato c’è anche quando si fa dell’allarmismo ingiustificato”.

Pungolato sulle voci di una ipotesi di soppressione dell’Arma, il generale Quarta è stato lapidario: “Noi viviamo in un Paese di civiltàgiuridica – ha detto – e come tutti i Paesi di questo tipo vi sono più forse di Polizia tra cui uno con assetto civile ed uno militare. Per quella che è la mia esperienza quarantennale nell’Arma credo che questa prospettiva non ci sia perché non abbiamo Istituzioni gemellari tant’è che la Polizia di Stato ha vocazione sui capoluoghi e le città più grandi, noi un’organizzazione capillare anche nei piccoli comuni: infatti, siamo presenti in oltre la metà degli otto mila comuni italiani. Se fosse vera una tale ipotesi bisognerebbe poi rendicontare perché i Carabinieri non dovrebbero esistere e perché i cittadini dei comuni più piccoli, che pagano le tasse come quelli dei comuni più grandi, non avrebbe diritto alla loro sicurezza”.

Lu. Spa.

foto di Natalfrancesco Litterio

  • DSC_0013
  • DSC_0025
  • DSC_0028
  • DSC_0030
  • DSC_0002
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.