Banner Top
Banner Top

Mozione sugli assegni ad personam bocciata, D’Alessandro: “valuto le dimissioni irrevocabili”

consiglio-comunale-ombrina mare - 32-d'alessandroÈ alquanto amareggiato il commento di Davide D’Alessandro a margine della bocciatura della mozione che porta la sua firma per ottenere l’abolizione degli assegni ad personam.  La bocciatura, da parte della maggioranza, della mozione che mirava ad abolire gli assegni “ad personam” versati da anni nelle tasche di alcuni dipendenti comunali – scrive il consigliere indipendente – è un atto ovviamente legittimo, ma di inaudita gravità. In un tragico contesto economico, nel momento più basso di credibilità dell’Amministrazione Lapenna, non è accettabile perseverare elargendo denaro ai soliti noti”.

Annuncia azioni di protesta D’Alessandro che scrive: “Comunico, per esprimere tutto il mio dissenso, che non parteciperò ad alcuna manifestazione riguardante il venticinquesimo del gemellaggio con Perth e che non sarò presente, per protesta, al Consiglio Comunale Straordinario convocato proprio per tale evento. Dando per scontato che al Comune di Perth non si elargiscono assegni “ad personam”, preferisco non associare le due amministrazioni, i due sindaci, soprattutto se penso che il sindaco di Perth, in una consultazione sul web, si è classificata al 2° posto come “Miglior Sindaco al Mondo 2012”. Onore a lei”.

Non poteva mancare una riflessione sull’indecoroso spettacolo di un’Aula consiliare semivuota e sulle assenze numerose in particolar modo tra le fila della minoranza: “Per quanto riguarda la mia personale posizione sul prosieguo dell’attività di consigliere comunale, valuto con serenità le dimissioni irrevocabili. L’immagine finale del Consiglio con dieci consiglieri di maggioranza (sindaco compreso) che bocciano l’abolizione degli “assegni ad personam” contro il sottoscritto e Sigismondi (unici consiglieri di minoranza rimasti in Aula) è stata di una tristezza infinita. Era già accaduto con l’abolizione dei doppi incarichi e dei doppi compensi, votazione finita 9 a 6”.

“Andare avanti così – chiosa D’Alessandro – non ha più alcun senso. Rifletto, perché mi dispiacerebbe molto per i tanti cittadini vastesi che mi hanno eletto, ma continuare così non è più né serio né dignitoso”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.