Banner Top
Banner Top

Tanti amici per Mario Olivieri al “Ruzzi”…e Laudazi si candida a sindaco della Città

Centocinquanta persone hanno assistito ieri sera alla uscita ufficiale di Mario Olivieri, l’assessore comunale alla pubblica Istruzione e candidato alle regionali del 25 maggio nella lista Abruzzo Civico. Sul palco del Politeama Ruzzi al suo fianco erano seduti Edmondo Laudazi e l’anima del sodalizio civista Giulio Borrelli, ex direttore del TG1.

Dinanzi ai suoi sostenitori Olivieri, a tratti anche commosso specialmente quando ha chiamato in causa la sua famiglia, ha parlato delle sue incertezze nell’accettare il coinvolgimento in questa corsa all’Emiciclo difficile che, però, “ha sempre rappresentato un mio sogno”. Ha parlato di tagli alle spese regionali e, soprattutto, di Sanità e riorganizzazione di ospedali, Guardie mediche e assistenza in genere. Non ha lesinato attacchi all’attuale Governo regionale, ma non ha mai sottolineato l’appoggio della sua lista alla candidatura di D’Alfonso che non è stato mai nominato per tutta la durata del comizio. “Noi possiamo rappresentare un’alternativa valida ai partiti tradizionali – ha detto Olivieri – anche meglio del Movimento 5 Stelle, che vuole soltanto distruggere; noi abbiamo proposte concrete e voglia di fare e il nostro programma lo dimostra”.

Dopo una “intromissione” di Antonio Turdò alla caccia di voti per la sua corsa nelle Europee, è stato l’ingegnere Edmondo Laudazi a dedicare venti minuti a un discorso che lascia davvero presagire una candidatura alla corsa nelle primarie del centrosinistra per le prossime comunali. Con due anni di anticipo l’ex assessore democristiano centra l’intervento sulle problematiche locali, dalla sicurezza al lavoro, dalle infrastrutture ai servizi dichiarando pubblicamente che dopo il 25 maggio, a prescindere dal risultato, il movimento pungolerà continuamente l’Amministrazione comunale perché dia risposte concrete alle esigenze della città. Laudazi ha ricordato la necessità di andare a votare magari optando per un voto a una persona stimata e apprezzata come Mario Olivieri.

A chiudere la serata Giulio Borrelli che ha snocciolato la natura civista di Abruzzo Civico espressione di eletti in liste civiche e sostenitori di questo modo di intendere la politica. Anche l’ex direttore del TG1 ha puntato il dito contro il Governo regionale e le sue responsabilità che hanno riportato l’Abruzzo indietro di 15 anni. Borrelli ha rivisitato alcuni punti nodali del programma del suo movimento chiedendo il voto per un Abruzzo Civico che può rappresentare un’alternativa credibile ai grillini.

  • IMG-20140515-WA0002
  • IMG-20140515-WA0005
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.