Banner Top
Banner Top

Si farà quest’anno lo sfalcio delle erbe infestanti lungo le strade provinciali?

provinciaSe la riforma degli enti locali ha praticamente mutato le funzioni delle Province, ivi compresa quella di Chieti, che resterà “in vita con funzioni ridotte – sottolinea Camillo D’Amico, capogruppo del Pd in Consiglio provinciale – ma utili ed essenziali per il territorio come la viabilità, l’edilizia scolastica ed alcuni importanti funzioni di coordinamento in materia ambientale, urbanistica e di trasporto pubblico locale”, “resta, in piedi l’obbligo della manutenzione stradale in capo alle province; in quest’ambito c’è il taglio delle erbe infestanti”.

“Quest’anno – sottolinea l’esponente democratico – a causa anche dell’abbondante piovosità, le erbacce ai bordi delle strade provinciali sono molto rigogliose e già rappresentano un grosso pericolo per l’incolumità degli automobilisti che si trovano ad avere sempre meno visibilità rendendone insicura la transitabilità.

E’ notorio che da alcuni anni la provincia di Chieti ricorre, per gran parte del lavoro, a ditte esterne. E’ necessario che si avviino al più presto i lavori di taglio che abbiano un andamento regolare (…) in tempo utile per favorire un immagine decorosa del paesaggio e del territorio prima che inizi la stagione estiva e turistica.

Lo chiediamo con forza e determinazione all’amministrazione affinché si adoperi per contribuire a dare la migliore immagine di se ma anche per favorire, per la parte di propria competenza, una buona presentabilità del nostro territorio allo scopo di favorire una ripresa produttiva del comparto turistico”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.