Banner Top
Banner Top

A Vasto nessun ospedale nuovo, ma a Chieti si

Ospedale_S.Pio_VastoDa tempo sottolineiamo nei nostri scritti la probabilità che Vasto non avrà un nuovo ospedale. Nonostante quanto raccontato in questi anni anche nella nostra città dal manager Francesco Zavattaro, quel che è apparso da tempo evidente è la volontà della Asl 02 di giungere ad un accorpamento dei vari nosocomi dell’area frentano-vastese, una volontà talmente ferrea da aver piegato anche quei rappresentanti del vastese in Regione che anche in qualità di sindaco si erano sempre adoperati per la realizzazione del nuovo ospedale in località Pozzitello.

È, però, stato un articolo del bravo collega Sebastiano Calella sul più importante quotidiano on line della regione, Primadanoi.it, a togliere i veli su un piano ospedaliero ancora peggiore di quanto si potesse immaginare, sul quale è voluto intervenire con veemenza il presidente del Consiglio comunale della città istoniese Giuseppe Forte, il quale scrive:

“Il sito PrimaDaNoi.it, con un articolo a firma di Sebastiano Calella, ha svelato un “piano segreto” della Asl Lanciano-Vasto-Chieti. Ovvero la costruzione di un nuovo ospedale a Chieti, a fianco di quello esistente. Una struttura megagalattica, dai costi proibitivi, pensata e progettata per essere riconsegnata con la formula “chiavi in mano”. Una nuova beffa per la popolazione di Vasto e del suo comprensorio. Una nuova colossale pesa in giro messa in atto da Francesco Zavattaro e dai responsabili regionali del comparto della Sanità. Come i cittadini sanno dalle nostre parti si attende da anni la costruzione del nuovo ospedale che dispone già di un’area acquistata dalla ASL ed inserita nel Piano Regolatore Generale della Città. L’area prescelta è quella di località “Pozzitello”, ai confini quasi con la vicina San Salvo. Una scelta fatta dall’Amministrazione Comunale di Vasto, guidata da Luciano Lapenna, addirittura il 29 dicembre del 2006. Sono trascorsi oltre 7 anni ma di quell’ospedale si è perso tutto: dal progetto ai fondi già disponibili nel Piano Sanitario Regionale. Fondi che nessuno sa dire dove sono finiti. Forse verso Chieti per costruire in quella Città il nuovo Ospedale? Zavattaro, i suoi “amici” e gli assessori di centrodestra che si sono succeduti alla guida del comparto della Sanità in ambito Regionale avevano sempre parlato dell’urgenza di realizzare ben 4 ospedali in Abruzzo: a Vasto, a Lanciano, a Giulianova e a Sulmona. Ma, a sentirli parlare, i fondi non c’erano. Ora, però, all’improvviso esce fuori questo progetto per Chieti che lascia interdetti. Pare di capire che le “baronie” hanno avuto ancora la meglio sulle esigenze delle nostre popolazioni. Una scelta scellerata contro la quale la popolazione dovrebbe avere un moto di rabbia. Ma cosa hanno fatto e stanno facendo quanti ci rappresentano a livello regionale per bloccare questo progetto? Con quale faccia si presenteranno agli elettori di Vasto e del Comprensorio per chiedere il loro voto?“

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.