Banner Top
Banner Top

Warm Up in concerto presso il carcere di Torre Sinello

carcere_Torre SinelloÈ previsto per il pomeriggio del 24 aprile il nuovo appuntamento dedicato alla musica leggera curato dal gruppo vastese Warm Up, diretto dal maestro Alessandro Bronzo, in un contesto d’eccezione: le sale della Casa di Lavoro di Vasto. Un appuntamento particolarmente significativo e dagli alti contenuti sociali nato dalla collaborazione tra la corale vastese e il direttore dell’Istituto, il dottor Massimo Di Rienzo, che ha voluto così dare sostanza a uno dei tanti percorsi educativi e di reinserimento sociale in cui è impegnata la direzione della Casa di Lavoro di Vasto.
Come spiegato dal Funzionario Giuridico Pedagogico, Lucio Di Blasio, “la Direzione della Casa di Lavoro di Vasto, diretta dal dottor Massimo Di Rienzo, con la collaborazione del Personale di Polizia Penitenziaria ed il suo nuovo Comandante, il Commissario Nicola Pellicciaro, ai Funzionari dell’Area Pedagogica, ha la capacità di offrire a chi è stato escluso dalla società un senso ed un valore positivo alla pena, costruendo confronti e progetti concreti finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita quotidiana ed alla prospettiva di uscita e ritorno nella collettività. In un più recente passato – ricorda Di Blasio – l’istituto si è caratterizzato per diverse altre iniziative che hanno suscitato una notevole attenzione da parte delle istituzioni locali, associazioni e organi d’informazione”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.