Banner Top
Banner Top

Primarie del centrosinistra, Sel lancia Caramanico

sel-incontro-primarie - 08È toccato a Sel, ieri sera,  avviare a Vasto la campagna delle primarie, dopo l’incontro che ha visto protagonista Mascitelli per l’IdV; questa sera, invece, sarà la volta di Luciano D’Alfonso.
A presentare il consigliere regionale Franco Caramanico, candidato alle primarie del 9 marzo per Sel, il coordinatore provinciale Alessandro Cianci e Donatella Conte, del circolo di Vasto, davanti a numerosi rappresentanti del partito e della politica locale, tra cui l’assessore Anna Suriani, i consiglieri comunali del partito Mauro Del Piano e Maurizio Vicoli, il capogruppo di Rifondazione Paola Cianci, il segretario cittadino del Pd, Antonio Del Casale, insieme al vice Nicola Della Gatta, l’assessore in quota Psi Luigi Masciulli e il consigliere Elio Baccalà.
In apertura Alessandro Cianci ha ricordato il momento di forte crisi che colpisce soprattutto il sud dell’Abruzzo e le zone interne, “considerati la periferia del regno di Chiodi. Lungi da me fare del campanilismo – ha sottolineato Cianci – ma i dati sono oggettivi; c’è una totale assenza della politica regionale rispetto alle problematiche del territorio”. Il riferimento inevitabile è stato anche alla gestione sanitaria che “a fronte dei continui tagli ai servizi non ha prodotto nemmeno il risanamento del debito; i revisori della Asl hanno infatti bocciato il piano di previsione 2014”. Ma per il coordinatore provinciale di Sel non è l’unico settore in cui la politica regionale è stata fallimentare; anche sul fronte lavoro per Cianci le cose non sono andate meglio con “la vergogna del territorio” rappresentata dalla Golden Lady, “un’azienda che non era certo in perdita, ma ha preferito delocalizzare”. Per Cianci il modo per rendere attrattivo il territorio agli investimenti è quello della riconversione verso la green economy e in questo senso ha ricordato l’importanza del Parco della Costa Teatina, come “volano per l’economia del turismo, dei parchi e della cultura. Non è vero che sviluppo e ambiente sono in contrasto, anzi. Lo sviluppo sostenibile è una risorsa indispensabile, soprattutto in questo momento”.
Nei ragionamenti di Cianci è poi entrato anche il Movimento 5 Stelle: “Se Sel avesse avuto il 25% non sarebbe certo stato così inutile come sono stati loro finora. Il consenso per il consenso non serve a niente e se con il 25% si è sostanzialmente inutili, vuol dire che si fa parte a tutti gli effetti del teatrino della politica”.
Prima dell’apertura del dibattito con la platea, è stato direttamente il candidato alle primarie Franco Caramanico a ribadire il momento di crisi generale, in cui però “come Abruzzo ci mettiamo del nostro”. Caramanico ha poi anche ricordato che la ricchezza privata in Italia supera di gran lunga il debito pubblico, una considerazione che ha introdotto la spinosa questione della patrimoniale: “In Italia il 70% delle ricchezze è in mano al 10% della popolazione; basterebbe tassare le rendite dell’1,5% per avere un ritorno annuale di 30 miliardi di euro”. Toccati infine anche i temi della ricostruzione di L’Aquila e della proposta sugli incentivi per la coltivazione, la trasformazione e la commercializzazione della canapa approvata all’unanimità dalla Regione nel dicembre scorso: “Questa pianta ha innumerevoli utilizzi e la sua coltivazione può dare vita a nuove opportunità di lavoro in settori strategici quali l’edilizia, l’alimentare, il tessile, il farmaceutico”.

n.l.

  • sel-incontro-primarie - 08
  • sel-incontro-primarie - 04
  • sel-incontro-primarie - 01
  • sel-incontro-primarie - 09
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.