Banner Top
Banner Top

Vasto, una città che va a fondo

Davide D'Alessandro 1Sprecopoli, SpreVastopoli, fate voi. Altro che Scuola Civica Musicale, Teatro Rossetti e Centro Europeo di Studi Rossettiani! La pista ciclabile del Vallone Lebba è, in un contesto economico così tragico per tante famiglie vastesi, lo schiaffo più pesante in faccia alla miseria dato dall’Amministrazione Lapenna. È tutto scritto nella Determinazione del V Settore N. 14 del 30/01/2014. 720 mila euro, di cui 600 mila già spesi, per una pista morta prima di nascere. Non so se il Sindaco abbia intenzione di promuovere un altro incontro pubblico sul tema, presso la Sala degli Arazzi, per mercoledì prossimo. Non se il Sindaco, amante della bicicletta, l’abbia percorsa, già fatiscente e impraticabile.

Siamo tutti innamorati del verde, dell’ambiente, della natura, dello sport e tempo libero, ma lo spreco di denaro pubblico ci allarma. Partecipiamo ai pranzetti della Caritas, ci commuoviamo davanti ai tanti bisognosi, predichiamo davanti e dietro le cattedre sul valore di un’economia più attenta ai reali bisogni della gente, ma restiamo attoniti davanti agli sprechi mostruosi, non più sopportabili. Pedalando, pedalando, la città va a fondo. Quel cattivone di Marco Di Michele Marisi ha scritto che se il Sindaco si fosse comprato le mutande rosse, avrebbe fatto meno danno. Ma non basta scrivere di quanto si è sprecato, perché è bene scrivere, dare conto, di come si è sprecato. Vengono i brividi, la pelle d’oca. 365 mila euro la spesa per la realizzazione del percorso affidata all’impresa vincente Colanzi, 57 mila le giuste spettanze ai professionisti (all’ingegnere Giovanni Lezzoche e al geometra Michele Spadaccino), 5 mila le giuste spettanze per il Rup (tecnici comunali), 9 mila le giuste spettanze per la ditta Dispenser.

20 mila euro le giuste spettanze per Totem e touch screen. Sapete dove dorme uno di questi pannelli pubblicitari dotato di strumentazione digitale? Dorme in un angolo di una stanza dell’ufficio urbanistico. Il dato più inquietante è il denaro speso per la “cosiddetta” cartellonistica: 136 mila 654 euro 90 centesimi! C’è di tutto: consulenze, foto da terra e dal cielo, coordinamenti tecnici, mappe, audioguide, cartelli e una produzione video da 37 mila euro! Domanda: avete visto qualcosa di tutto ciò? In attesa di essere invitati a gustare immagini, progetti e guide, per gradire, o per farsi il sangue amaro, ecco le singole cifre, espresse rigorosamente in euro, e i singoli beneficiari delle giuste spettanze: buona lettura e buona pedalata a tutti!

3.927,28 Consulenza specialistica Dispenser – prima fase

3.634,42 Servizio fotografico – ABC Grafiche di R. Bruni

2.973,61 Foto e riprese aeree – Alessandro Lanci

4.166,88 Coordinamento tecnico – Gianlorenzo Molino – prima fase

23.774,78 Cartelli stradali – Affidamento Eurosignal

2.312,81 Assistenza tecnica – ing. Giovanni Lezzoche

5.105,44 Coordinamento tecnico – Gianlorenzo Molino – seconda fase

785,46 Foto food – Luciano D’Angelo

5.105,45 Consulenza artistica progettuale – Dispenser – seconda fase

2.749,07 Progettazione mappe stradali – Neamedia

1.454,02 Progettazione mappe illustrate – Luca Di Francescoantonio

4.712,69 Stampa mappe illustrate e stradali – Litografia Botolini

7.854,48 Produzione multimediale – Ditta Ludago

2.749,07 Mappe per navigatori + Rilievi coordinamento geografico – Neamedia

3.927,25 Audioguide – Ditta Cobra

19.636,33 Totem e touch screen – Ditta Malindi

942,54 Mobilità turistica – ing. Italo Stante

4.189,09 Content management – sito web – Echomedia

36.654,55 Produzione Video – Stamen Film

 Davide D’Alessandro
Consigliere comunale indipendente

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.