Banner Top
Banner Top

Danni da maltempo, il Governo ha riconosciuto lo stato d’emergenza per l’Abruzzo

maltempo-copSono ancora chiari nella mente i danni provocati dal maltempo in Abruzzo nei giorni dall’11 al 13 novembre ed il primo e due dicembre 2013, che, ad esempio, hanno portato la Provincia di Chieti a stimare danni per il solo patrimonio provinciale in 18 milioni di euro. Orbene, l’assessore regionale alla Protezione civile, Gianfranco Giuliante, ha reso noto come saranno solo 15 i milioni a disposizione per coprire quei danni. con delibera del Consiglio dei ministri del 24 gennaio 2014, infatti, oltre alla dichiarazione di stato di emergenza, è stata impegnata la cifra di 4 milioni di euro per l’attuazione dei primi interventi mentre nel Consiglio dei ministri del 6 febbraio si è provveduto all’integrazione con ulteriori 11 milioni di euro. Giuliante ricorda che “dopo la prima fase di ‘intervento in criticità”, la Regione Abruzzo ha provveduto a richiedere il riconoscimento dello stato di emergenza alla presidenza del Consiglio dei ministri il 3 dicembre 2013. I sopralluoghi effettuati dai tecnici del Dipartimento della Protezione civile nei giorni immediatamente successivi agli eventi alluvionali hanno evidenziato le situazioni più critiche mentre la rendicontazione degli Enti Locali ha prodotto una stima dei danni che è stata inoltrata al Dipartimento nazionale di Protezione civile. Un ringraziamento – conclude l’assessore – va a quanti nel governo e nel Parlamento hanno reso possibile nel tempo breve di pochi mesi questo risultato che centinaia di cittadini hanno atteso per far fronte alle perdite subite durante l’emergenza maltempo”. Ora, comunque, la speranza è che non accada come nel recente passato, ovvero che i fondi non vengano quasi interamente dirottati nel teramano ma vi sia almeno una loro distribuzione equa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.