Banner Top
Banner Top
Banner Top

Prostituzione, a Vasto e San Salvo il fenomeno è in grande crescita

ProstituteLe ragazze sono tutte giovani, o quasi. Alcune anche molto belle. La maggior parte straniere ed esercitano il mestiere più antico del mondo. Il fenomeno è in grande espansione in tutto il Vastese e, in modo particolare, a Vasto Marina e a San Salvo Marina. Sono decine e decine gli appartamenti adibiti al più vecchio mestiere del mondo. Come arrivarci? Basta consultare i numerosi annunci presenti sui quotidiani locali, andare su internet, fornirsi di indirizzo e numero telefonico. I costi? Modici, o quasi. Si parte da 50 euro (mezzora) a 200 euro (due ore).

I clienti? Variegati. Si passa dal giovanotto alle “prime armi” al professionista. Dall’annoiato impiegato all’imprenditore che vuole prendersi qualche minuto di relax. Giorni fa ci siamo recati personalmente in alcuni condomini del litorale vastese. Le prostitute alloggiano in vari appartamenti disseminati su tutto il litorale. Alcune sono giovanissime, per lo più  colombiane, brasiliane, nigeriane. Diverse sono anche le ragazze dell’est, anche se in minor numero rispetto a qualche anno fa. Le prestazioni? Sessuali, complete e non. Anche massaggi per chi ha richieste particolari. In forte crescita anche il mercato dei transessuali, molto richiesto ed anche più costoso rispetto al classico incontro con una lucciola. Un argomento, questo della prostituzione negli appartamenti, conosciuto sia alle forze dell’ordine che ai Sindaci di Vasto e San Salvo, Luciano Lapenna e Tiziana Magnacca. In modo particolare il primo cittadino di San Salvo si è già mossa in merito, con il chiaro intento di ridare decoro alla riviera, intensificando controlli e passando al setaccio decine e decine di condomini.

Il Sindaco di San Salvo è sempre più decisa a contrastare il fenomeno e a più volte annunciato il pugno di ferro contro tutti quei proprietari di appartamenti che dovessero favorire qualsiasi forma di illegalità. In sintesi, i proprietari degli appartamenti affittati per incontri a luci rosse rischiano una denuncia per favoreggiamento, l’aumento dell’Imu ed una pesante ammenda pecuniaria. Basterà tutto questo a contrastare il fenomeno?

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts