Banner Top
Banner Top

Guardie mediche: ora una ogni 3500 abitanti

guardia_medicaSarebbe meno restrittivo il taglio alle Guardie Mediche che le Asl si apprestano ad attuare dopo l’ultima circolare firmata dal Commissario alla Sanità Gianni Chiodi e dal suo vice Giuseppe Zuccatelli che nel documento – come evidenziato dai colleghi di PrimadaNoi – hanno imposto una rimodulazione in base al criterio di un medico ogni 3500 abitanti confermando che dal primo marzo entrerà in vigore il numero unico 116117. Ora tutte le Asl opereranno nei tagli con criterio univoco e secondo un parametro sceso da una Guardia medica ogni 3982 abitanti ad una, appunto, ogni 3500. La decisione potrebbe avere effetti benefici nel vastese dove originariamente erano previste le soppressioni  nei Comuni di Cupello, Scerni, Carunchio e Celenza sul Trigno. Il nuovo orientamento non salverebbe le Guardie mediche dei comuni montani né quella di Scerni, che ha poco meno di 3400 abitanti; salva invece quella di Cupello che ha poco meno di 4900 abitanti. Ancora una volta, però, si è scelta la strada della valutazione numerica non tenendo conto di alcuni fattori importanti come la natura orografica dei territori, la condizione delle infrastrutture viarie, il fatto che in alcuni comuni non vi è il medico di base tutti i gironi né tanto meno il pediatra o l’ambulanza. Insomma, anche il nuovo diktat susciterà non poche proteste basandosi su criteri poco oggettivi e scarsamente rispondenti alle reali necessità dei territori.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts